f I motivi del comitato d'emergenza civica | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

I motivi del comitato d’emergenza civica

sabato 11 aprile 2015, 19:30   L'Opinione  

Letture: 1.221

bagheria in piazzadi Bagheriainpiazza

Da troppo tempo ormai la Città di Bagheria, nonostante i fasti del passato, è caduta in un baratro di incuria, sporcizia, inciviltà, e mancanza di ogni tipo di decoro, sicurezza e vivibilità.

La cattiva gestione della res publica da parte delle amministrazioni passate e la palese difficoltà di quella attuale sono alla base di tanti, oggi troppi, problemi di natura amministrativa ed economica che si riversano, non soltanto sull’invivibilità quotidiana del territorio, ma al contempo causa di un vertiginoso aumento di costi che ricadono sui soli  cittadini senza che a ciò corrisponda, di contro, la garanzia del ben che minimo servizio.
Il protrarsi di questa situazione ha avuto, purtroppo, il peggiore effetto di abituare i cittadini a tale stato di degrado ed accettare incondizionatamente il loro incolpevole declassamento a cittadini di “Serie Z”.
Proprio per questo motivo, un gruppo di cittadini ha deciso di costituire il Comitato  di emergenza civica #Bagheriainpiazza, al fine di smuovere le coscienza dei Bagheresi che, senza bandiere e senza frammentazioni, uniti dall’appartenenza ad una città di cui sono degni ed onesti cittadini, gridino a gran voce il rispetto dei propri diritti a vivere una città normale.
Il Comitato, così costituito, ha l’obiettivo di convogliare l’interesse e le idee di tutte le categorie sociali presenti sul territorio: lavoratori, liberi professionisti, imprenditori, parrocchie, sindacati, scuole, associazioni di categorie, commercianti, così da potere programmare non soltanto una manifestazione di dissenso all’attuale stato di abbandono ma, soprattutto, possibili soluzioni sulle quali confrontarsi con l’Amministrazione Comunale, prima interlocutrice e presidio istituzionale della cittadinanza.
Le questioni e i problemi individuati
Non c’è bisogno di particolari indagini per prendere atto di ciò che oggi rappresenta la gran parte dei problemi di Bagheria: sporcizia, incuria, degrado, discariche a cielo aperto, inesistente manutenzione della rete stradale, idrica e fognaria, non sicurezza delle strutture pubbliche e delle scuole, assenza dei più elementari principi di rispetto delle regole, mancanza di sicurezza pubblica.
A tali palesi problemi si aggiunge un arresto dell’amministrazione attuale, la quale non riesce a dialogare con le altre forze politiche, con le proprie dirigenze, con le Forze di Pubblica Sicurezza poste a presidio del territorio, nonché con le altre Istituzioni ad essa sovraordinate con le quali il coordinamento risulta necessario per la risoluzione di molti problemi locali; non di minore importanza la mancanza di qualsiasi forma di confronto con la comunità cittadina.
Proprio per tali ragioni, i membri del Comitato, dal giorno della propria costituzione hanno incontrato i rappresentanti di Associazioni, Parrocchie, Sindacati, Forze dell’Ordine, Commercianti, Scuole, al fine di raccogliere tutte le singole problematiche che questi gruppi, rappresentativi di diversi esigenze sociali, affrontano quotidianamente e per i quali hanno, con estremo favore, deciso di collaborare con il Comitato per il raggiungimento dei propri obiettivi.
Gli obiettivi del Comitato.
L’obiettivo primario del Comitato è quello di dire “BASTA” al grado d’inciviltà in cui oramai i Bagheresi vivono, nonché ai continui e pretestuosi scontri tra organi istituzionali che si ripercuotono negativamente sui cittadini, le sole vittime di questo indecoroso spettacolo.
Per fare ciò si è compreso essere necessario, innanzitutto, svegliare le coscienze intorpidite della cittadinanza e farle recuperare quel senso civico di cui è in possesso, purtroppo, da troppo tempo, assopito nella più totale rassegnazione.
Proprio per questo motivo, il Comitato si pone quale obiettivo quello di portare la cittadinanza tutta in piazza, per una grande manifestazione collettiva, pacifica, civile, senza bandiere, senza simboli di partito, per lanciare l’importante messaggio che Bagheria è stanca di non essere una città “normale”.
La manifestazione non avrà carattere antipolitico, si rivolgerà all’attuale Amministrazione Comunale, al fine di chiedere un confronto, costruttivo, di vicendevole scambio di idee e proposte, per la soluzione programmatica dei problemi, tramite auspicati tavoli tecnici.
Ed infatti, il lavoro del Comitato non intende fermarsi alla proclamata manifestazione di piazza ma proseguirà con l’analisi specifica dei problemi sopra indicati: ci si propone di  monitorarli, analizzarli e studiarli, anche grazie all’ausilio di esperti e consulenti, spinti dalla voglia di migliorare la propria Città.
Si spera, infatti, che l’attività del Comitato possa essere da stimolo all’attuale Amministrazione chiamata a dare delle risposte ai cittadini e ad utilizzare il proprio ruolo ed gli strumenti istituzionali di cui è dotata per portare le istanze dei cittadini agli Organi Regionali, Prefettizi e Ministeriali e richiederne il relativo intervento.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.