f Le ragioni di un "No" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Le ragioni di un “No”

venerdì 3 aprile 2015, 15:43   L'Opinione  

Letture: 1.092

barone-angelodi Angelo Barone *
Nell’ultima seduta di consiglio comunale è stata votata la delibera di recesso, del comune di Bagheria, dal Consorzio Co.in.res.Tale recesso, pur avendo il consenso da parte di tutto il Consiglio Comunale, non è stato votato all’unanimità ma ha visto il voto di astensione, da parte di alcuni, ed il mio unico voto contrario.

Qualcuno potrebbe pensare che ci sia una contraddizione tra l’intendimento ed il voto espresso. Ma non è di questo che si tratta.
Il mio voto contrario è andato alla delibera presentata dal Sindaco e dall’Amministrazione.
In questa delibera, infatti, oltre a contenere il recesso, del Comune di Bagheria, dal Consorzio Co.in.res. si chiedeva di legittimare il Sindaco ad effettuare un percorso confuso e per molti versi illegale.
onostante le nostre insistenze per separare il recesso dalla “delega in bianco”, che probabilmente era il vero obiettivo che si prefiggeva il Sindaco, l’Amministrazione ha ritenuto di dover votare un unico atto.
La mancanza di chiarezza, la frettolosità e la confusione dell’Amministrazione sulla “exit strategy” dal Co.in.res., (si pensi che dopo aver discusso per otto mesi sull’opportunità di costituire una S.P.A., per la gestione del ciclo rifiuti, improvvisamente l’Amministrazione ha mutato strategia, chiedendo immediatamente un voto che portava a conseguenze incerte e confuse), mi ha portato ad esprimere un voto contrario su questa delibera.
Quindi in maniera inequivocabile, per quel che mi riguarda, sono assolutamente favorevole al recesso dal consorzio C.in.res..
Tuttavia ho votato contro la delibera portata in consiglio poiché penso che, nell’immediato, piuttosto che un risparmio si possa avere un aggravio di spesa che in definitiva pagheranno i cittadini.
Penso ai numerosi contenziosi che l’Amministrazione si troverà ad affrontare con esito incerto, vista la decisione, seppur giusta, ma affrettata e poco ponderata.
Nonostante le mie perplessità, avrei votato favorevolmente se fosse stato approvato l’emendamento, da me presentato, sull’assunzione della responsabilità patrimoniale degli eventuali danni che tale “delega in bianco” poteva provocare.
In buona sostanza non devono essere i cittadini a pagare le conseguenze delle scelte frettolose di qualcuno!
I consiglieri del Movimento Cinque Stelle hanno bocciato questo emendamento e per tale motivo mi hanno indotto ad esprimere un voto contrario.
Quindi, sottolineo ulteriormente che il mio “No”, non è andato al recesso del Comune di Bagheria dal Consorzio Co.in.res., come impropriamente viene riportato nella cronaca della seduta, ma, ad un atteggiamento arrogante ed ad una mancanza di chiarezza sulle procedure e le conseguenze che queste potrebbero avere.

* consigliere comunale “Cambiare Bagheria”

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.