f Bagheria. Dopo 20 giorni è tornata l'acqua in via Ponchielli | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Dopo
20 giorni è tornata
l’acqua in via Ponchielli

mercoledì 6 maggio 2015, 10:10   Attualità  

Letture: 1.216

acqua via PonchielliE’ arrivata, dopo 20 giorni di attesa, l’acqua in via Ponchielli, un’arteria a ridosso di via Roccaforte.
Nei giorni scorsi si sono ripetuti i gridi d’allarme da parte dei residenti.
Pubblichiamo una nota invitataci dalla signora Eleonora Scalici.

“Molto spesso quello che ci fa emozionare è sentire una canzone, una musica…un accordo.
Che magari ci riporta alla mente momenti felici e ci sentiamo riempire il cuore.
Oggi i residenti di via Ponchielli, invece, si sono emozionati nel sentire solo un suono.Anzi un rumore.Quello dei motorini dell’acqua!Grande felicità ed emozione!È finalmente arrivata l’acqua!! Avevamo tutti dimenticato cosa volesse dire aprire liberamente il rubinetto in casa senza paura di sprecare una goccia di acqua in più,o lavarsi direttamente con l’acqua dei nostri recipienti senza riempire bacinelle dai bidoni sparsi per casa.Questo perché erano ben 20 giorni che ciò non accadeva! Oggi festeggiamo,festeggiamo un piccolo traguardo raggiunto.Dopo settimane di proteste in tutte le direzioni,oggi ci meritiamo di pensare che abbiamo ottenuto qualcosa.Di sicuro non ringraziamo nessuno,perché avere l’acqua è un diritto di tutti i cittadini che pagano le tasse e che devono poter avere sempre la libertà di farsi una doccia o di far partire una lavatrice quando si vuole!La nostra faccia l’abbiamo mostrata a tutti,e i nostri cellulari hanno telefonato a chiunque!dai manovratori Aps, all’assessore Atanasio,al sindaco (purtroppo mai rintracciato), al geometra Palumbo, all’assessore Balistreri, ai segretari e impiegati comunali e perfino ai carabinieri!E tutte le volte tornavamo a casa frustrati dalle ennesime promesse e chiacchiere politiche sempre, poi, disattese. Si perché la via Ponchielli è un problema nel problema.
Ci dicono che per far arrivare l’acqua in questa strada sia necessario effettuare una particolare manovra ad hoc, e che siamo allacciati alla rete idrica di via Papa Giovanni.Quindi se i manovratori sono in agitazione,giustamente, perché non percepiscono lo stipendio da 7 mesi,si svuotano tutte le cisterne dei condomini che si trovano, prima di noi, lungo il tragitto della rete idrica che ci rifornisce.Non appena riaprono l’acqua questi condomini hanno la precedenza “geografica” e dovendo riempire tutte le loro cisterne diminuisce la portata e la pressione del corso d’acqua,e noi essendo “all’ultima fermata” non riusciamo a percepirne nemmeno un goccio! È tanta è la rabbia nel sentire e vedere che nelle strade adiacenti l’acqua arriva quasi regolarmente e che in molti punti della città ci sono delle gravi perdite per la strada mentre noi abbiamo i rubinetti a secco! Io non voglio entrare nel merito politico della faccenda APS,lascio il compito agli addetti ai lavori.Ma penso solo che se ci sono dei disagi per la fornitura d’acqua a causa di scioperi e proteste da parte di chi ce la fornisce,deve essere interessata l’intera cittadina,e non solo alcuni quartieri di “serie B”!in altri quartieri nemmeno se ne accorgono che ci sono interruzioni di fornitura idrica.
L’amaro in bocca resta, nonostante oggi sia una giornata di festa,perché si è raggiunta l’emergenza igienico-sanitaria e nessuno ha preso un provvedimento serio e immediato per risolverlo!
Mi auguro solamente di non dover ricominciare, io e i miei vicini, a lottare per l’acqua…un bene essenziale e di prima necessità che non deve mai mancare nelle nostre case!”

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.