f Bagheria. Inaugurata la mostra dell'artista Filippo Panseca | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Inaugurata la mostra dell’artista Filippo Panseca

domenica 31 maggio 2015, 09:57   Cultura  

Letture: 855

mostra pansecaSi è inaugurata ieri presso la Galleria Adalberto Catanzaro di Bagheria, la mostra  di Filippo Panseca, curata da Ezio Pagano con il testo critico di Valentino Catricalà. L’esposizione si potrà visitare fino al 3 Luglio.
Il percorso artistico di Filippo Panseca inizia negli anni ’60, in quell’ambiente palermitano incline a proposte innovative ma ricco di fermenti che fu l’avanguardia Palermitana (Panseca, Titone, Carbone, ecc). A partire dalla sua prima mostra pubblica nella galleria ”il Chiodo” di Palermo, Panseca attraversa la seconda metà del XX secolo ricercando la propria identità nel campo della sperimentazione, che lo porterà ad essere uno dei più importanti artisti della Computer Art in Italia, disciplina che insegnerà all’Accademia di Brera dove oltre a essere stato Docente è stato anche Direttore Vicario. La sua ricerca è stata presentata nelle più importanti rassegne nazionali: Biennale di Venezia, Triennale di Milano e Quadriennale di Roma. L’esposizione che si tiene in una villa settecentesca bagherese, Villa Casaurro, voluto così il connubio tra arte contemporanea e antiche dimore, presenta un allestimento costruito per affascinare il visitatore accompagnandolo verso un percorso ben preciso e coerente, proponendo al pubblico le opere che ci faranno ripercorrere la sua storia. Infatti, si potranno vedere esposte le opere realizzate digitalmente su tela, dagli anni ottanta ad oggi, per concludere una sala dedicata alle opere di Arte Biodegradabile come progetti e sfere biodegradabili colorate presentate esclusivamente per la galleria ma anche una scultura cinetica e opere al fosforo. Di questo suo modo di intendere l’arte Pierre Restany scriverà: “Filippo Panseca è il Maestro del riciclaggio planetario della comunicazione. Le sue immagini, che egli prende in prestito dalla più scottante attualità dei media, trattano le molteplici sfaccettature dell’incessante metamorfosi del nostro vivere quotidiano ed arrivano ad appagare le profonde pulsioni della nostra attività. I suoi fotogrammi, digitalizzati, elaborati attraverso computer eplotters di grandi dimensioni, divengono le icone istantanee della miriade di momenti successivi che costituiscono il flusso continuo dell’informazione telematica. Il loro ambiente naturale è quello del sito web, ove con facilità assumono l’impietosa oggettività del reportage in diretta, ma senza complessi, lo abbandonano per andare ad occupare lo spazio più sofisticato delle migliori gallerie, nelle quali risaltano con il lusso raffinato dei dipinti rinascimentali. Il loro impatto visivo è lo stesso dell’energia che oggi ha la vita, animata dal parossistico respiro della cultura globale. Le immagini di Panseca sono belle come l’amore e potenti come il destino. Da dove traggono la loro dimensione di inesorabile autenticità? Dall’intrinseca verità della loro componente di base. Ogni pixel contiene in se la totalità dell’immagine d’insieme. Eterno giocoliere dell’istinto, adesso Filippo Panseca ci confida in diretta e a tiratura illimitata il segreto del DNA dell’informazione telematica. La sua arte si presenta come il perfetto vettore umanista della comunicazione. Nell’era dell’elettronica universale la sua estetica si impone come la più potente igiene della visione”.

Catalogo: n° 89 della Collana “I Tascabili dell’arte” con testo di Valentino Catricalà. Sede: Galleria Adalberto Catanzaro, Villa Casaurro, Via Casaurro, n. 78 – Bagheria Orari della mostra: dalle ore 10,00 alle 13,00 e dalle 17,00 alle 20,00. Giornate di chiusura: lunedì e festivi. Web site: www.galleriadalbertocatanzaro.com Info: 327.1677871

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.