f Bagheria. Firmata l'ordinanza di divieto di balneazione nella spiaggia del Sarello ad Aspra | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Firmata l’ordinanza di divieto di balneazione nella spiaggia del Sarello ad Aspra

giovedì 11 giugno 2015, 20:43   Attualità  

Letture: 3.745

divieto-balneazioneAnche quest’anno il mare della costa bagherese è inquinato. Il sindaco di Bagheria, ha firmato un’ordinanza con la quale ha stabilito il divieto di balneazione permanente per tutto l’anno 2015 nelle seguenti zone costiere: foce di fiume Eleuterio (100 metri ad est del fiume) 200 metri ad ovest del piazzale Prime Rocche e  spiaggia del Sarello. Il provvedimento fa seguito ai dati riportati dal decreto dell’assessorato alla Salute  della regione Siciliana che ha definito i tratti di mare e di costa non adatti alla balneazione per l’elevato inquinamento batteriologico.
“Ogni anno viene stabilito il divieto di balneazione perché ahimè le nostre acque sono inquinate  – spiega il sindaco Cinque– le motivazione sono varie scarichi abusivi in acqua e, non ultimo la mancata manutenzione  del depuratore di Aspra che, seppur uno dei più tecnicamente innovati e moderni, se non viene fatta la manutenzione non può funzionare al meglio. Ed anche per questo stiamo lavorando, in attesa di capire se AMAP accelererà i tempi per prendere in gestione il servizio idrico, non potendo intervenire come Comune direttamente, abbiamo individuato temporaneamente due ditte locali che gestiranno la manutenzione del servizio idrico”.
E sul depuratore il sindaco spiega anche che prima dell’insediamento della sua amministrazione non era stato fatto il collaudo. Per eseguirlo sono state sistemate le pompe sommerse,  i collettori ed un vasca che non era funzionante, poi si è proceduto al collaudo, riparando prima  tutte queste cose che non funzionavano.
“Si tratta di un depuratore che può servire 80 mila abitanti dunque assolutamente idoneo se ben manutenuto -conclude il sindaco- l’idea invece di collegarci con il depuratore di Acqua dei Corsari non è preferibile, mi spiegano i tecnici, ad ogni modo sarà  AMAP o chi per lei a a decidere se percorrere questa strada”.

(fonte ufficio stampa Comune)

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.