f Bagheria. Italo Fragale: "la microcriminalità genera preoccupazione" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Italo Fragale: “la microcriminalità genera preoccupazione”

sabato 13 giugno 2015, 09:18   Attualità  

Letture: 1.375

italo-fragaleDopo i recenti fatti di cronaca con 3 intimidazioni incendiari ai danni di altrettanti esercizi commerciali, interviene la Confcommercio di Bagheria.

Il presidente locale Italo Fragale,  con una nota, sottolinea che “abbiamo detto in tutte le sedi e in tutte le salse, quanto pericolosa e sempre più preoccupante stava e continua a diventare la microcriminalità, denunciando a più riprese il fenomeno alle forze dell’ordine, e chiedendo di intervenire nei punti più caldi e con più concentramento di giovani (vedi pubblici esercizi).”
Fragale aggiunge che il fenomeno genera paura e preoccupazione.
Fragale esprime anche solidarietà al commerciante che recentemente ha subito una rapina violenta in corso Butera, fra l’indifferenza generale.
“Riteniamo e crediamo che, la mafia, la criminalità organizzata, si serva anche di questa piccola manovalanza, che terrorizza e impazza per tutta la nostra cittadina, seminando terrore e generando preoccupazione, cosa che negli ultimi mesi ha assunto proporzioni davvero paurose.
Abbiamo proposto, in tempi non tanto lontani, la collocazione di sistemi di video sorveglianza, con la collaborazione fra le attività dei centri ad alta densità commerciale, vedi Corso Umberto e Corso Butera, ed il comune, una sorta di progetto fra pubblico e privato.
Abbiamo evidenziato e lo rifacciamo, come le nostre leggi spesso, o quasi sempre, non diano giusto e adeguato riscontro, al sacrificio delle nostre forze dell’ordine, che, dopo aver fatto il proprio dovere, si ritrovano a dove mettere in libertà coloro che hanno arrestato, spesso anche in flagranza di reato.
Detto ciò, e ritenendo che la mafia si possa sconfiggere con il continuo lavoro della magistratura, delle forze dell’ordine, con il coraggio, la collaborazione di chi denuncia, e l’unione di chi vuole vivere la propria vita libera e lontana dal malaffare e dalla delinquenza, propongo ai media, alle altre associazioni di categoria, alla politica, alla società civile e ai sindacati, un incontro con tutte le forze dell’ordine bagherese, onde capire come meglio poter collaborare e cercare di rendere meno pesante il già problematico andazzo delle nostre attività.”

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.