f Elezioni. Il M5S vince a Gela e Augusta. A Enna sconfitto Crisafulli | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Elezioni. Il M5S vince a Gela e Augusta. A Enna sconfitto Crisafulli

lunedì 15 giugno 2015, 18:18   Politica  

Letture: 800

messinese gelaDomenico Messinese, 50 anni, ingegnere, tecnico della Telecom Italia, originario di Favara, candidato per il “Movimento 5 Stelle” è il nuovo sindaco di Gela, la città del governatore della Sicilia, Rosario Crocetta che appoggiava il candidato sconfitto. Messinese ha ottenuto il 64,5% dei voti, mentre il suo avversario, Angelo Fasulo, del Pd, si è fermato al 35,5%.
Grandi manifestazioni di giubilo dei grillini che stanno festeggiando in “Piazza Umberto I” con cori, Slogan e bandiere. “Abbiamo raccolto e interpretato bene il desiderio di cambiamento della popolazione gelese”, ha detto a caldo il neo sindaco di Gela. “Nsafullion ha vinto Domenico Messinese – ha aggiunto – ma l’intera popolazione di Gela. E ora cambieremo questa città”.

A Enna il candidato del Pd, Vladimiro Crisafulli è stato sconfitto dal suo avversario: Maurizio Antonello Di Pietro del M5S. Di Pietro ha vinto con il 51.89 per cento delle preferenze, Crisafulli si è fermato al 48.11.

A Marsala (75 sezioni su 80) è in testa Alberto di Girolamo del Pd con il 67.83 per cento, contro il candidato del centrodestra Massimo Vincenzo Grillo al 32.17 per cento.

Oltre a Gela ed Enna, il M5s conquista anche Augusta, comune di oltre 36 mila abitanti in provincia di Siracusa. Il nuovo sindaco è Cettina Di Pietro, che al ballottaggio ha ottenuto il 75,06%, contro il 24,96% di Domenico Paci (liste civiche).

E’ Giovì Monteleone il sindaco di Carini. Ha battuto il candidato Gianfranco Lo Piccolo. Monteleone ha raggiunto 60.11% contro i 39.89% dell’avversario. A Carini hanno votato 10.356, il 30.68% dei 33.751 elettori. Alle 22 di ieri, aveva votato solo il 20,70% degli aventi diritto, con un calo di quasi il 18% rispetto al primo turno del voto. Due settimane fa, al primo turno alle urne si sono presentati in totale 18.253 aventi diritto, pari al 54,08%. (gds.it)

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.