f I Commissari liquidatori: "Bagheria al più presto fuori dal dissesto" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

I Commissari liquidatori: “Bagheria al più presto fuori dal dissesto”

sabato 6 giugno 2015, 09:56   Attualità  

Letture: 2.847

commissari straordinariBagheria presto uscirà dal dissesto.
A sostenerlo sono i commissari liquidatori (Giuseppe Catalano, Raffaele Mazzeo e  Antonio Gangi), chiamati a gestire il dissesto del Comune di Bagheria, nel corso di un incontro svoltosi nei giorni scorsi, con i gruppi civici “Noi cittadini per Bagheria”,“Bagheria che vorrei” e “Cittadinanzattiva – Bagheria”, rappresentati da Tommaso Impellitteri e Manlio Schiavo, Cosimo Scianna e Giacomo Aiello, Letizia Ferrante e Carlo Grillo.
“Abbiamo ribadito -si legge in una nota dai gruppi civici- che l’incontro nasceva all’insegna del rispetto del ruolo istituzionale dell’Organo straordinario di liquidazione, e, d’altra parte,  dalla convinzione che l’attività di quest’Organo costituisce l’unica e sicura garanzia di tutela per i cittadini a fronte di una gravissima situazione di dissesto che va a ricadere sugli stessi; hanno avanzato richieste di chiarimenti ulteriori, in merito al quadro generale debitorio già pubblicato  dall’Organo,  riguardo ad alcuni aspetti delle procedure che i Commissari stanno seguendo, in conformità a quanto previsto dalla specifica normativa di riferimento e riguardo ad alcune problematiche che potrebbero aggravare la situazione debitoria esistente.”
I commissari hanno evidenziato come, essendo Bagheria il comune più popoloso della Provincia a versare in uno stato di dissesto finanziario, proprio tale peculiarità rende l’opera di risanamento dell’Ente più complessa rispetto ad altre realtà locali; tuttavia, hanno ribadito il loro massimo impegno per tirare fuori la città, nel più breve tempo previsto dalla legge, dalla negativa condizione in cui si trova.
L’enorme situazione debitoria, che in questa prima fase istruttoria si attesta oltre i 56.000.000 di euro, comprenderebbe due voci particolarmente gravose, relative alla gestione dei rifiuti (oltre 37 milioni di euro) e alle indennità di esproprio (oltre 13 milioni di euro).  All’interno della prima, rientrerebbero i crediti vantati dal Coinres (22 milioni di euro) e da Amia spa (13 milioni di euro).
Tra i debiti relativi ad indennità di esproprio, quello di maggiore importo (10 milioni di euro) sarebbe risalente alla fine degli anni ’90, periodo in cui il Comune di Bagheria risultava commissariato per presunte infiltrazioni mafiose.
I Commissari hanno sottolineato che, in attesa delle attestazioni  -non vincolanti- che i funzionari responsabili dei vari settori del Comune dovranno rendere sui crediti di relativa competenza ai sensi dell’art. 254, comma 4 t.u.e.l., terranno in adeguata considerazione la possibilità di ricorrere alle procedure semplificate di accertamento e liquidazione dei debiti, in altri termini, di eventuali transazioni che potrebbero portare ad un risparmio compreso tra il 40% e il 60% delle somme dovute.
Rispetto alle altre richieste avanzate dai Gruppi civici, i Commissari, hanno ribadito che questa fase istruttoria ancora in itinere non consente loro di fornire, sempre nei limiti imposti dalle norme,  più adeguate informazioni; d’altra parte, avendo apprezzato lo spirito di partecipazione civica e le istanze di conoscenza e trasparenza legittimamente avanzate dai cittadini promotori dell’iniziativa, hanno assicurato che, al momento opportuno e con la massima sollecitudine, nello spazio loro riservato nel sito del Comune, pubblicheranno, nei termini consentiti dalla legge e in riferimento al loro specifico operato, quanto potrà costituire oggetto di ulteriore preziosa informazione per tutti i cittadini, convenendo con i rappresentanti dei Gruppi Civici sull’importanza di una informazione-formazione, nel segno del recupero di un rigoroso rispetto delle leggi per la crescita di una più matura coscienza civile. In quest’ottica condivisa, i Commissari si sono mostrati disponibili ad ulteriori incontri con questi stessi Gruppi, con altri cittadini e altre parti sociali che ne avanzeranno istanza.
I Gruppi Civici presenti, preso atto del positivo clima di reciproca stima e di rispettosa collaborazione che già da questo primo incontro si è instaurato con i Commissari, intendono rinnovare alla cittadinanza l’invito ad intraprendere e condividere un percorso fondato sulla consapevolezza che, per costruire una città vivibile proprio perché all’interno di un solido quadro di riferimento normativo e di una responsabile partecipazione democratica, è imprescindibile, intanto, la conoscenza delle cause che hanno condotto all’attuale situazione di crisi finanziaria, economica e sociale, perché, attraverso un governo corretto, efficace ed efficiente della cosa pubblica e un controllo democratico rigoroso dei cittadini,  non abbia mai più a ripetersi una situazione di degrado così mortificante e penalizzante per la dignità di tutta la Comunità bagherese.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.