f Bagheria. Padre La Mendola e la Confraternita: "per noi la festa di san Giuseppe non si farà" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Padre La Mendola e la Confraternita: “per noi la festa di san Giuseppe non si farà”

martedì 28 luglio 2015, 19:45   Attualità  

Letture: 5.013

padrer la mendola e san giuseppePadre Giovanni La Mendola, e la Confraternita, con un comunicato stampa,  sottolineano che la festa di san Giuseppe, dal punto di vista religioso, non si farà, dopo le numerose riunioni con l’amministrazione comunale.
Intanto come abbiamo riportato in un altro articolo, per domani alle 11,00, è stata fissata una conferenza stampa dell’amministrazione comunale per rendere noto il programma.
Ecco di seguito il testo integrale della nota.
“Il sottoscritto Parroco, la Confraternita “Patriarca San Giuseppe” al fine di evitare facili strumentalizzazioni, diffusione di notizie pretestuose, false o di parte, tengono a fare alcune puntualizzazioni.
Premesso che: la Festa di San Giuseppe non è la ricorrenza liturgica del Santo che come tutti sanno cade il 19 Marzo, ma la Festa cittadina di Bagheria, da tempo immemore fissata nella prima domenica di agosto, istituita ufficialmente dal comune come Festa Patronale.
Per tale motivo la mancata realizzazione dell’evento ha da sempre comportato la totale assenza di manifestazioni esterne, sia religiose che laiche, come è avvenuto nell’epoca recente nel 1993 e nel 1994 sotto la gestione commissariale, nel 1995 con l’Amministrazione Valentino appena insediata, e nel 2008 con l’Amministrazione Sciortino.

Responsabile della Festa è il Parroco a norma del diritto canonico, gli oneri e le modalità per
l’individuazione dei fondi sono interamente a carico dell’amministrazione comunale, essendo altresì a carico della Confraternita quelli relativi ai festeggiamenti riguardanti il 19 marzo.
La funzione della Confraternita per la Festa è semplicemente quella di assicurarsi che venga garantito almeno un minimo nei segni tipici della Festa (luminarie, tamburinai, banda musicale, giochi pirotecnici, etc.), nell’intrattenimento per la città e di provvedere al programma religioso. Mai si è sindacato sulla qualità o meno del programma dell’Amministrazione né tanto meno fatto richieste in denaro anzi si è stati costretti diverse volte, a costo di sacrifici personali dei confrati nonostante non fosse di nostra competenza, a sopperire a qualche mancanza spesso anche economicamente consistente.
Veniamo ai fatti di quest’anno:
Nel mese di aprile scorso i rappresentati della Confraternita “Patriarca San Giuseppe”, a nome del
parroco hanno invitato gli organi preposti del comune ad un incontro avente per oggetto la Festa di
agosto del Santo Patrono. Siamo stati invitati ad attendere l’approvazione del bilancio comunale.
All’inizio del mese di giugno scorso preso atto che non erano inserite in bilancio somme da destinare alla Festa, l’Assessore Balistreri che rivendicava comunque la direzione artistica della
Festa si impegnava a saggiare la disponibilità a collaborare di alcuni sponsor e ci avrebbe informato
al riguardo.
Nel mese di giugno scorso il signor. Sindaco interpellato sull’argomento festa, aveva garantito la
convocazione imminente di un “tavolo tecnico” …. Non se ne fece nulla!
Nel mese di luglio in seguito ad un ulteriore incontro sempre sollecitato dalla Confraternita
l’Assessore Balistreri ha prospettato la possibilità che Festa potesse essere finanziata con fondi
regionali, impegnandosi tuttavia,a garantire il minimo di quanto citato prima poiché la F esta
potesse realizzarsi.
Lunedì 20 luglio scorso, in Chiesa Madre si è tenuto un ulteriore incontro con l’Assessore Balistreri
nel quale si impegnava a garantire oltre ad alcune manifestazioni di piazza, anche luminarie, banda
musicale per la processione e giochi pirotecnici. Puntualizzava tuttavia, che per varare il tutto
occorreva una firma (sic.) da parte della regione, garantendo a prescindere che avrebbe realizzato i
suddetti impegni, ma chiedendo altresì collaborazione per quanto riguardava i tamburinai e parte
della banda musicale. Da parte dei presenti si prendeva atto di quanto dichiarato e con sacrificio si
dava disponibilità per quanto richiesto.
Giovedì 23 luglio scorso, a seguito della comparsa, a nostra totale insaputa, del programma
comunale sugli organi di stampa, anche noi abbiamo varato il nostro programma religioso, già del resto pronto da mesi.
Lunedì 27 luglio scorso, l’Assessore Balistreri in un ulteriore incontro al comune con i rappresentati
della confraternita intenti alla definizione del programma, informava i suddetti della sopravvenuta
impossibilità ad onorare gli impegni presi. Intorno alle ore 20:00 si apprendeva dagli organi di
stampa la volontà di realizzare la Festa, smentendo quanto affermato al mattino e sempre senza
informare né il Parroco né la Confraternita.
Non abbiamo parole! A questo punto riteniamo tale modo di agire un’offesa alla cittadinanza tutta
VERGOGNA!!!. Comunichiamo al riguardo come Parroco responsabile a termine di diritto canonico e come Confraternita all’unanimità come sancito dalla riunione straordinaria tenutasi ieri che LA FESTA DI SAN GIUSEPPE NON SI FARA’.
Invitiamo pertanto l’Amministrazione Comunale qualora volesse per la circostanza organizzare ugualmente “manifestazioni laiche” a non utilizzare la dicitura Festa di San Giuseppe.
Troppa acqua è passata sotto i ponti aldilà della crisi finanziaria, del dissesto comunale, il vero motivo è da ricercare altrove. Qualcuno più che omaggiare il Santo Patrono, che ha sempre segnato, nel passato, momenti di forte aggregazione religiosa, civile e sociale di festa paesana, condivisa dalla stragrande maggioranza della città; ritiene prioritario altro, non considerando, aldilà del fatto religioso la forte valenza di ricarica sociale che ha rivestito la festa estiva di “San Giuseppe rà Baaria”
Pertanto Invitiamo tutti i fedeli devoti domenica 2 agosto alle ore 19:00 in Chiesa Madre nella solenne Santa Messa.
Pregheremo tutti insieme il nostro Patrono, che ci conforti tutti a non perdere la speranza per la rinascita di  questa nobile città che non merita di essere ridotta cosi.

L’Arciprete Sac. La Mendola Giovanni La Confraternita  “Patriarca San Giuseppe”

 

 

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.