f Palermo. Truffa all'Inps su falsi invalidi. 18 misure cautelari. 3 in carcere | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Palermo. Truffa all’Inps su falsi invalidi. 18 misure cautelari. 3 in carcere

giovedì 16 luglio 2015, 11:26   Cronaca  

Letture: 1.138

inps truffadi Massimo Di Salvo

Operazione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Palermo che hanno individuato una mega truffa all’Inps per un milione e mezzo di euro.
L’indagine è stata coordinata dalla Procura della Repubblica di Palermo (Procuratore Capo Francesco Lo Voi, Procuratore Aggiunto Bernardo Petralia e Sostituti Procuratori Annamaria Picozzi e Roberto Tartaglia).
L’ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dal G.I.P. del Tribunale di Palermo nei confronti di 18 soggetti (3 carcere, 3 arresti domiciliari, 12 obblighi di presentazione alla P.G.), ritenuti a vario titolo responsabili dei reati di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di più delitti di falso materiale in atto pubblico e truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, tutti finalizzati a far ottenere illecitamente a terzi soggetti, non in possesso dei requisiti richiesti, i benefici economici previsti dalla legge in favore degli invalidi civili.
Le indagini, condotte dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Palermo e dirette dalla Procura della Repubblica, sono state avviate nel febbraio 2014, a seguito degli accertamenti sviluppati su di un tentativo di estorsione posto in essere da una donna che, avendo acquisito la disponibilità di un’abitazione dall’ex compagno TANTILLO Giovanni, aveva illecitamente sottratto copiosa documentazione medica contraffatta pretendendo denaro per la sua restituzione.
Al vertice dell’associazione è stato individuato CINA’ Giuseppe, nullafacente, pluripregiudicato, già tratto in arresto per analoghi reati nel giugno 2007 e attualmente sottoposto alla detenzione domiciliare. CINA’ procacciava in prima persona i “clienti” e svolgeva opera di raccordo dell’attività degli altri intermediari, concordando preventivamente le modalità di commissione delle condotte illecite,  formando gli  atti sanitari falsi e svolgendo funzioni di costante assistenza nei confronti dei beneficiari nella gestione delle pratiche.

MISURA CAUTELARE IN CARCERE
1.             CINA’ Giuseppe, nato a Palermo 05.11.1954;
2.            CIPOLLA Nicola, nato a Palermo il 18.03.1952;
3.            TANTILLO Giovanni nato a Palermo il 24.05.1974;

MISURA CAUTELARE DEGLI ARRESTI DOMICILIARI
4.             CARMAZ Alina Nicoleta, nata a Roman (Romania) il 26.11.1984;
5.            GIORDANO Silvana nata a Palermo il 26.01.1964,
6.            PIPITONE Paola, nata a Palermo il 03.02.1984;

MISURA CAUTELARE DELLA PRESENTAZIONE ALLA P.G.
7.             ABBATE Vito Salvatore, nato a Trapani il 16.11.1965;
8.            BUONAFORTUNA Antonina, nata a Palermo il 04.09.1952;
9.            CITARRELLA Maria, nata a Palermo l’11.09.1958;
10.        DI NUOVO Salvatore, nato a Palermo il 03.09.1983;
11.        GIAMMONA Loreta, nata a Palermo il 03.09.1958;
12.        MARANO Maddalena, nata a Palermo il 25.07.1966;
13.        MELI Paolo, nato a Palermo il 16.09.1960;
14.        MIGNOSI Giuseppe, nato a Palermo il 13.01.1975;
15.        NACCARI Giovanna, nata a Palermo il 20.03.1947;
16.        SANFILIPPO Pietro, nato a Palermo il 29.04.1954;
17.        SERPA Deborah, nata a Warendorf (D) il 25.08.1979;
18.        TANTILLO Andrea nato a Palermo il 06.07.1972.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.