f Bagheria. Giovedì 13 agosto messa per ricordare Fratello Biagio Fiorenza | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Giovedì 13 agosto messa per ricordare Fratello Biagio Fiorenza

lunedì 10 agosto 2015, 08:28   Attualità  

Letture: 1.435

gruppodi Nicola D’Amico

Ad un mese dalla morte del fratello Gesuita Biagio Fiorenza, che fu tra i fondatori, negli anni ’60-’70, del gruppo giovanile San Cataldo i giovani di allora hanno organizzato presso la cappella di villa San Cataldo, a Bagheria, una celebrazione eucaristica che ricordi tutti coloro, religiosi e laici, che contribuirono alla loro formazione civile e religiosa.

E’ questo l’inizio di un cammino di rivisitazione di quell’irripetibile e formativa esperienza che ha preparato cristianamente e socialmente i giovani che in quegli anni frequentarono il “gruppo San Cataldo” e che oggi si ritrovano avendo mantenuto i contatti e le amicizie nate allora.
Molti saranno presenti in coppia avendo visto nascere e crescere quei rapporti che sfociarono in unioni coniugali solide grazie alla guida del fratello Fiorenza ma anche dei padri, Adelfio e Calderone, solo per ricordarne alcuni.
Sarà anche l’occasione per fare memoria di quei laici, come Carmelo Terranova e Mario Aurelio D’Amico, tanto per ricordarne due, che affiancarono i Gesuiti in quell’opera di formazione alla vita che fu l’esperienza del “gruppo”.
Saranno anche ricordati i tanti “giovani” di allora che, purtroppo ci hanno lasciati a causa delle diverse vicissitudini della vita, come Beppe Zaso, per citare l’ultimo tra coloro che hanno lasciato questa vita, per continuare le battaglie di civiltà e di impegno nel ricordo di noi tutti.
La messa, che sarà celebrata giovedì 13 agosto alle ore 19,00 dal padre Patti, vuole essere un momento di preghiera e di ringraziamento per quegli Uomini veri “doni” ricevuti dal Signore che oggi sono al suo cospetto.
Intende essere anche un momento aggregativo che permetterà di incontrarsi tra uomini e donne che di quel gruppo fecero parte e che, per le diverse vicissitudini della vita. tornano oggi a bagheria per l’occasione.

foto di Franco Terranova
Nella foto sono riconoscibili: fratello Fiorenza, padre Francesco Adelfio e Mario Aurelio D’Amico con alcuni giovani nel corso della premiazione di una gimkana al campo di calcio di contrada Santa Marina

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.