f Bagheria. Il Pd sulla nomina del neo assessore Aiello: "lavorare sulle scuole" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Il Pd sulla nomina del neo assessore Aiello: “lavorare sulle scuole”

mercoledì 30 settembre 2015, 17:42   Attualità  

Letture: 1.011

bagheria vistaSulla nomina ad assessore alla cultura del comune di Bagheria di Romina Aiello, è molto critici sono Maria Saeli e Giovanni Giordano dell’esecutivo del Pd di Bagheria,  che hanno diffuso un comunicato stampa.
“Per due settimane abbiamo atteso invano il bando pubblico per la selezione del neo assessore alla cultura e all’istruzione, ma ora che è stato formalizzato l’incarico, non possiamo che augurare a Romina Aiello un buon lavoro. E di lavoro da fare ce n’è tanto… Da prima del suo insediamento l’Amministrazione era a conoscenza delle condizioni critiche di alcuni plessi scolastici e delle opportunità finanziarie fornite dallo Stato e dalla Regione per adeguare le scuole, ma in questo anno e mezzo troviamo grave e surreale, il modo in cui la giunta Cinque abbia affrontato il problema. Scuole chiuse, in parte inagibili, a fronte di nessun progetto presentato a finanziamento nei diversi bandi che si sono susseguiti. Si aggiunge a questo la beffa di stamane, quando una scuola rimane chiusa non per motivi strutturali, ma per mancanza d’acqua.
Facciamo presente, limitandoci al campo dell’istruzione, che ci sono bambini costretti a fare lezione sui banchi per mancanza di sedie o professori che fanno cinque ore di lezione in piedi per consentire ai propri alunni di avere un banco ed una sedia. O ancora, famiglie alle prese coi libri di testo che non possono permettersi, bambini ospitati in altri plessi per garantirne il diritto allo studio, parchi Robinson in via di chiusura o forte ridimensionamento. Criticità che avrebbero bisogno di un’interlocuzione forte con l’Assessore al ramo, proprio all’inizio dell’anno scolastico, quando i problemi possono essere ancora affrontati e risolti. Caro Assessore Romina, le lanciamo un’idea. Cominci bene il suo nuovo mandato raccogliendo la nostra proposta di utilizzare il “Fondo Sociale”, derivante dai risparmi sulle indennità di carica, per i buoni libro. Caro Assessore Romina, mettiamo da parte per una volta le polemiche, le critiche, i ruoli di maggioranza e opposizione, e pensiamo per una volta “insieme” ai bambini della nostra città, rendendo accessibile a tutti il diritto allo studio. Sarebbe un buon modo per cominciare il suo mandato. Ci pensi.”

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.