f Bagheria. Gestione idrica. Vella: "l'acqua non è una questione personale" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Gestione idrica. Vella: “l’acqua non è una questione personale”

giovedì 15 ottobre 2015, 09:21   Attualità  

Letture: 839

acquaContinuano le critiche e commenti negativi sull’emergenza idrica che da alcuni giorni interessa Bagheria.
Non si placano le polemiche sulle competenze fra Bagheria e Santa Flavia sull’apertura di una valvola per dotare i due comuni. Ieri sono persino intervenuti i carabinieri per capire come stanno le cose.
“La decisione di interrompere il rapporto con Amap, per quanto riguarda la gestione del servizio idrico, ha causato innumerevoli disagi ai nostri cittadini e rischia di causarne altri ancora.”
A sostenerlo è Daniele Vella del Pd.

“Contestiamo a questa Amministrazione ed al suo Sindaco di ricondurre ogni questione ad un livello personale e non trattarla come questione politico-amministrativa, così come dovrebbe essere nella normalità. Questo non è sintomo di maturità politica nè aiuta a risolvere i problemi.
Nella fattispecie si parla di una possibile manomissione della condotta idrica che serve per l’approvvigionamento del Comune di Santa Flavia e che sembrerebbe ( così si apprende da fonti di stampa) essere stata manomessa per far sì che un pò di acqua arrivasse ai quartieri Caravalla- via Papa Giovanni. Questo ha comportato una presa di posizione del ViceSindaco di Santa Flavia Sanfilippo e una presa di posizione di Amap,la quale, a quanto pare, oggi ha chiuso la valvola che serve questi quartieri di Bagheria ribadendo che trattasi di una condotta a servizio del Comune Flavese.
Ora, è mai possibile pensare di gestire il servizio idrico in questa maniera?
La Città di Bagheria, la più grande città della Provincia di Palermo non può essere amministrata in questa maniera, non posso esistere voci o ipotesi di manomissioni e furti d’acqua.
Non può esistere che i cittadini di qualsiasi quartiere debbano essere costretti a vivere alla giornata non sapendo se oggi la loro zona sarà servita o meno. Crediamo si debba fare chiarezza accertando la titolarità della condotto idrica di cui si è parlato, verificando se è vero che vi sia stata una manomissione e un furto d’acqua e se si, ( sarebbe gravissimo), chi lo ha compiuto.
Il Sindaco e l’assessore competente Atanasio devono fugare ogni dubbio e immediatamente porre rimedio ai disservizi che interessano tutta la Città interrompendo questa scellerata gestione in house del servizio idrico e instaurando nuovamente un dialogo con gli altri Comuni e con l’Amap. Non vorremmo che la prossima scelta sia un ulteriore affidamento a privati.”
Sull’argomento si registrano le posizioni anche di Alessandro Scaduto di Saràmigliore.
“Apprendiamo che questa mattina l’Amap ha predisposto la chiusura della tubazione  sito in Via De Spuches  usata per un parziale approvvigionamento d’acqua a favore del Comune di Bagheria ( Caravella-via Papa Giovanni) Visto  quanto comunicato online ( sul profilo Facebook )dal Sindaco Patrizio Cinque,il quale informava i cittadini di avere riaperto la stessa valvola dopo che qualcuno senza nessuna comunicazione, senza avviso, aveva deciso di chiuderla, togliendo 10 litri di acqua al secondo provando a mettere in ginocchio la Città; Visto quanto successo oggi , ci chiediamo come siano andati realmente i fatti, quale sia la verità e soprattutto perché l’Amap chiude un impianto di pertinenza del Comune di Bagheria senza avvisare il Sindaco? E oggi perchè,dopo che il Sindaco dichiara di averlo riaperto lo richiude? Forse la conduttura è realmente a servizio del Comune di Santa Flavia e non del nostro Comune?Preoccupati per l’immediato futuro della gestione di un bene essenziale come l’acqua attendiamo da parte dell’amministrazione una risposta e chiarimenti urgenti.”

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.