f Bagheria. Chiuderà il 30 novembre il "Gelato in", dopo il sequestro, per numerosi  debiti   | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Chiuderà il 30 novembre il “Gelato in”, dopo il sequestro, per numerosi  debiti  

lunedì 9 novembre 2015, 09:15   Attualità  

Letture: 3.904

 

gelato-inLa storica gelateria di via Libertà “Gelato In” chiuderà dal 30 novembre.
Lo ha annunciato con un comunicato l’amministrazione della società pubblicato sulla pagina face book della stessa gelateria.
L’azienda è sottoposta a provvedimento di sequestro del Tribunale di Palermo, Sezione misure di prevenzione dell’11 novembre 2014, dopo il provvedimento effettuato nei confronti dei fratelli Raspante.
A nulla sono quindi servite le manifestazioni dei mesi scorsi delle organizzazioni sindacali che erano scese in campo al fianco dei 10 dipendenti.
L’azienda ha consegnato nei giorni scorsi a tutti i lavoratori, lettera di licenziamento per giustificato motivo oggettivo con decorrenza dal 30 novembre 2015.
“Motivo del licenziamento plurimo dei dipendenti è l’inevitabile chiusura dell’attività, riconducibile esclusivamente al risultato economico 2014 prodotto dalla precedente gestione prima dell’ingresso dell’Amministrazione Giudiziaria.”
Si sottolinea che il quadro economico, patrimoniale e finanziario che è emerso dalla revisione contabile condotta dall’Amministrazione Giudiziaria sull’esercizio amministrativo 2014, non di sua competenza, ha evidenziato una situazione a dir poco allarmante che ha fatto decadere ogni possibilità e ogni tentativo di prosecuzione dell’attività aziendale, come precedentemente portati avanti dalla stessa Amministrazione Giudiziaria di concerto con le Organizzazioni sindacali Filcams Cgil,  negli incontri del 7 ottobre 2015 e del 21 ottobre 2015, avvenuti antecedentemente all’esito della revisione contabile e alla conseguente Assemblea dei soci di Nuovo Gelato In s.r.l., riunitasi d’urgenza in data 30 ottobre 2015.
Dai dati contabili risulta che c’è  una perdita di esercizio pari di 173.337,00 euro, nonché debiti accertati, contratti dalla precedente amministrazione, pari a  605.022,00 euro a fronte di un valore del capitale sociale di appena 40.000,00 euro.
Nella nota si sottolinea che “visti gli irreparabili esiti della gestione dell’esercizio 2014, avendo la società conseguito una perdita che azzera interamente il capitale sociale, e considerato che l’Amministrazione Giudiziaria non è proprietaria dell’azienda, ma semplice custode, chiamata, a gestire la stessa al fine di incrementarne, ove possibile, la redditività aziendale, ma senza poter rimpinguare, con nuovi apporti, il capitale eroso da perdite prodotte dalla precedente amministrazione prima del sequestro, l’Amministratore Giudiziario, nel rispetto assoluto delle norme di legge ed al fine di garantire la salvaguardia del patrimonio sequestrato, nonché i diritti dei creditori, tra i quali quelli degli stessi lavoratori, ha provveduto ad informare tempestivamente il Giudice Delegato della procedura presentando, senza indugio, al medesimo, istanza di autorizzazione a segnalare al P.M. l’iniziativa per la dichiarazione di fallimento della società Nuovo Gelato In s.r.l.”
Si attendono ora le determinazioni da parte del Tribunale di Palermo, Sezione Misure di Prevenzione.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.