f Bagheria. L'albo pretorio diventa "Pop" grazie a Open Data Sicilia | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. L’albo pretorio diventa “Pop” grazie a Open Data Sicilia

martedì 10 novembre 2015, 16:38   Attualità  

Letture: 967

comune-prima-paginaL’albo pretorio di Bagheria diventa pop.
Andrea Borruso, esperto di ITC e tra i creatori di Open Data Sicilia, ha inventato un  sistema che rende più POPolari gli albi pretori della pubblica amministrazione.
Preziosa fonte di informazione su tutti gli atti realizzati da una pubblica amministrazione, l’albo pretorio on line è relegato in una specifica sezione dei siti web delle Pa che, per essere letti, devono necessariamente essere visitati digitando l’apposita url web dove si trovano.
Con Albo POP i cittadini vengono avvisati, in tempo reale, di ogni singolo atto che viene caricato all’albo, ricevendo motifiche sui propri dispositivi smart-phone, tablet e qualsiasi altro device utilizzino.
Sono tre le modalità che l’utente può scegliere per essere aggiornato in tempo reale: un account twitter, su cui verrà pubblicato un tweet, un feed RSS, su cui verrà pubblicato un nuovo elemento ed un canale di Telegram, su cui verrà pubblicato un nuovo messaggio per ogni nuova pubblicazione in Albo.
In ognuna di queste modalità sarà possibile leggere il testo descrittivo originale della pubblicazione e il link alla pagina originale della pubblicazione.
Dopo una discussione nata nel gruppo facebook di Open Data Sicilia circa le possibili sinergie che possono e devono nascere tra pubblico e provato, l’esperto di ITC ha deciso di regalare a Bagheria il suo primo Albo POP.
“L’albo pretorio è una fonte preziosa di informazioni, garantisce trasparenza su tutte le azioni che la pubblica amministrazione compie -sottolinea il sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque- sono lieto che Borruso abbia deciso di sperimentare questa sua idea partendo da Bagheria e di offrire gratuitamente alla città questa applicazione. Mi auguro che i cittadini trovino utile questo strumento. Crediamo molto nelle opportunità offerte dalle nuove tecnologie e non saranno queste le ultime novità che cercheremo di offrire ai Bagheresi usando soprattutto gli strumenti che gratuitamente mette a disposizione la rete”.
L’albo pretorio on line del Comune di Bagheria era già stato sotto i riflettori grazie ad un articolo del Sole24ore che lo aveva considerato caso di eccellenza del Sud Italia quando ancora non era diffuso l’obbligo di legge (articolo 32 della legge 69 del 2009). Avvisi pubblici, bandi e gare, ordinanze, delibere, determinazioni, pubblicazioni di matrimonio e molto altro ancora saranno ora disponibili sui device di tutti coloro che sceglieranno di aggiungere il canale Telegram: AlboPretorioBagheria (https://telegram.me/albopretoriobagheria), l’account twitter: @AlboBagheriahttps://twitter.com/albobagheria, ed il feed rss:http://feeds.feedburner.com/BagheriaAlboPretorio
“Ho da tempo il pallino di dare più visibilità agli Albi Pretori comunali. Più di un anno fa avevo iniziato una sperimentazione con Palermo, ma le relative pagine web di questo comune non erano (e non sono) adeguate ad un’operazione di questo tipo e riposi le mie idee nel cassetto” – dichiara Andrea Borruso – “Poche settimane fa però abbiamo ricevuto un messaggio (https://goo.gl/u9Dnlx) sul gruppo facebook di Open Data Sicilia, che mi ha stimolato a curiosare sul sito web del comune di Bagheria e l’occhio mi è caduto proprio sul suo Albo Pretorio. Ho notato subito che aveva la caratteristiche tecniche che mi avrebbero consentito di concretizzare l’idea di rendere più popolare e più visibile quanto pubblicato in albo pretorio. Così nasce Albo POP e nelle prossime settimane altri albi di altri comuni verranno aggiunti”.
(fonte ufficio stampa comune Bagheria)

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.