f Bagheria. Reset 2. Negano e non parlano gli indagati. C'è una 22esima persona ricercata | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Reset 2. Negano e non parlano gli indagati. C’è una 22esima persona ricercata

giovedì 5 novembre 2015, 10:46   Cronaca  

Letture: 2.400

 

bagheria caseQualcuno ha negato qualunque addebito, altri si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.
Al Tribunale di Palermo sono iniziati gli interrogatori dei primi 11 imputati dell’inchiesta Reset 2, che lunedì ha portato 21 provvedimenti cautelativi contro presunti affiliati alla cosca bagherese. L’operazione ha preso spunto grazie alla collaborazione di 36 imprenditori e commercianti.
Altri saranno interrogati nei prossimi giorni perché detenuti in altri carceri italiani.
Intanto è emerso che c’è una 22esima persona ricercata, si tratta di Paolo Liga, fratello di Pietro, anchegli indagato. Paolo Liga vive a Mazara del Vallo,, ma non avrebbe chiuso i legami con Bagheria.
Su di lui ha parlato Vincenzo Gennaro, collaboratore di giustizia, di Altavilla Milicia.
Gennaro ha confermato anche il racconto di un imprenditore, Salvatore Annolina, titolare di una ditta di gessi.
La ricostruzione viene fatta oggi dal Giornale di Sicilia, con un articolo a firma Leopoldo Gargano.
L’imprenditore ha dichiarato di avere ricevuto una richiesta estorsiva davanti al bar “Magari”. Erano presenti anche Pietro Liga, Francesco Lombardo e lo stesso  Vincenzo Gennaro.
Secondo il racconto dell’imprenditore, Liga rivolgendosi ai presenti <avrebbe detto: 2pagò il signor Annolino, o non pagò. Glielo avete detto che i soldi servono per i carcerati?”.
La richiesta era di 5 mila euro, somma riservata a chi aveva ottenuto uno conto.
L’imprenditore ha detto che anche questa volta non aveva pagato ma che poi ave accettato di pagare la somma di 1.500 euro per altri lavoro ottenuti ad Altavilla Milicia e Bagheria.

 

 

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.