f La marcia della legalità | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

La marcia della legalità

mercoledì 18 novembre 2015, 17:39   L'Opinione  

Letture: 1.059

benfante obiettivo comunedi Nicolò Benfante

Recentemente ho appreso che Bagheria è stata la capitale dell’ornitologia per una intera settimana, oltre ad essere già sede di una mostra canina avvenuta nell’ottobre del 2012.
Inoltre, a parte qualche bassotto che scodinzolava per le vie della città, siamo balzati agli onori della cronaca per la presenza delle Iene nel nostro paese, quasi a voler confermare come il nostro territorio risulta un idoneo ed adeguato habitat, quasi naturale, per determinate specie di animali, non a caso perfetta dimora del gattopardo.

Al di là della sottile e pungente ironia, l’effetto mediatico di questi ultimi giorni è stato, per certi versi, il toccasana per volgere l’attenzione su fatti completamente estranei e diversi dalla vera cognizione che riguardava i fatti amministrativi del nostro paese; faccio riferimento alla alchemica vicenda della Tari che, pur essendo totalmente illegittima in assenza di un piano finanziario che determinasse il distinguo delle variabili da applicare, è stata approvata dal consiglio comunale oltre i legali termini perentori previsti dagli ordinamenti legislativi con tanto di bagarre in aula da parte degli addetti ai lavori.

A parte le condizioni climatiche, le bellezze naturali del nostro territorio, le scuole inagibili per decadimento strutturale, i bambini a svolgere le mansioni di studenti/metronotte, i genitori ad invertire i margini della loro esistenza lavorativa, penso che le aspettative di vita, dal punto di  vista politico, non sono proprio favorevoli per un viver sano.

Siamo appena reduci da una marcia popolare sulla legalità, sentita e partecipata da molti giovani, che dobbiamo subito ripartire alla volta di una nuova impresa che ci vede coinvolti nell’affrontare i bilanci.

Già, appunto i bilanci !

Sono stati partoriti i pareri da un organo duale, monco (da molti mesi) della figura del Presidente, per poter definire l’organo di controllo, un Collegio; il cui parere espresso dovrebbe garantire la correttezza, la veridicità, la chiarezza e la trasparenza oltre che certificare, l’attendibilità di un bilancio quale presupposto tecnico/politico di una programmazione di sviluppo del nostro paese.

Quale programmazione ?

Chissà se fanno ancora eco i debiti fuori bilancio ?

Chissà se conosceremo i fatti di gestione di questa amministrazione trasparente ?

Chissà se sono stati rispettati i termini di approvazione di un bilancio riequilibrato ?

Chissà se sono stati rispettati gli articoli di Legge previsti per un ente dissestato ?

Chissà se quest’Amministrazione riuscirà a diminuire ulteriormente i costi di gestione del Coinres che gravano sulle nostre tasche ?

Chissà se nel bilancio sono previste quelle risorse che dovrebbero garantire una programmazione di sviluppo e di investimento per il nostro paese ?

Oltre gli ideali di una marcia, sarebbero opportuni quegli aspetti che diano certezze di continuità per un futuro dei giovani e non creare quell’alternanza dell’emigrazione giovanile che sta decimando il nostro paese; usando il titolo di un film dei fratelli Coen “Non è un paese per vecchi”, ma nemmeno per giovani.

Oggi quotidianamente ci si confronta a vivere in una città scarna, grigia, priva di identità, martoriata e vessata da una tassazione non condivisibile, dalle scarse opportunità lavorative, da una condizione di servizi inesistenti e forse da una profonda rassegnazione del cittadino bagherese;

Ad oggi, nell’attesa che Il Signor Sindaco e la sua  Amministrazione stiano lavorando per ridare un senso compiuto alla rinascita di questo paese, senza alcuna progettualità; noi viviamo intensamente questo presente che ricorderemo, per il pressapochismo e l’appiattimento di questa politica, in attesa di un riscontro nell’accettare il fallimento di questo incessante e preoccupante percorso amministrativo.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.