f La festa del Natale a Bagheria negli anni '50 | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

La festa del Natale a Bagheria negli anni ’50

venerdì 18 dicembre 2015, 08:24   L'Opinione  

Letture: 1.238

 

russo-antonino-nuovadi Antonino Russo

Nei lontani anni cinquanta del secolo scorso il Natale era la festa più attesa dell’anno. La festa del Natale,con inclusi anche Capodanno ed Epifania,era attesa principalmente da noi ragazzi perché c’erano le vacanze scolastiche. E queste erano sinceramente quelle che procuravano la gioia maggiore. Quindici giorni senza sveglia mattutina,senza lezioni da sorbire in classe e senza compiti da svolgere a casa erano un regalo che dava una contentezza incontenibile. Peccato che quei quindici giorni passavano in un lampo,senza che qualcuno avesse il tempo di goderne il piacere. Un altro motivo di gioia era il cenone della vigilia di Natale. Anche se il cenone era piuttosto contenuto, l’attesa era spasmodica. C’era certamente il piacere della modesta tavola,ma c’era soprattutto la baldoria di noi ragazzi e la gioia per la tombolata finale. C’era lo sfincione,anche se con condimenti modesti,c’era la frutta secca. C’era,insomma,la possibilità di riempire la pancia,come non era possibile fare in tutti gli altri giorni dell’anno. Il momento della tombolata era atteso con vera ansia,specialmente da chi normalmente non aveva fortuna e vedeva rapidamente assottigliare il suo mucchietto di soldini. E poi c’era La Messa di mezzanotte. Vi era la possibilità di potere attraversare il Corso Umberto dopo la mezzanotte,con tanta gente in strada assonnatala lieta di avere trascorso la notte di Natale in seno alla famiglia allargata,serena e contenta come non mai. Nei giorni del Natale,infatti, in tutte le famiglie venivano messe da parte tutte le controversie che inevitabilmente attraversavano la vita dei membri delle stesse: il Natale era,ed è ancora,il momento della pace universale e della fratellanza, o dovrebbe essere.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.