f Bagheria. Critiche per la festa a villa Cutò. Romina Aiello: "tutto in regola" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Critiche per la festa a villa Cutò. Romina Aiello: “tutto in regola”

sabato 2 gennaio 2016, 09:24   Attualità  

Letture: 2.869

festa-capodanno 1di Martino Grasso

Sta suscitando un vespaio di polemiche la festa di Capodanno organizzata a villa Cutò.il 31 dicembre da alcuni privati, negli spazi esterni la villa e con l’utilizzo dei bagni.
In molti hanno criticato l’utilizzo del bene settecentesco per una festa di fine anno.
“Una villa del settecento -è stato dichiarato da più parti- non va utilizzata per questo scopo”.
Attacchi anche diretti al sindaco per la decisione di concedere la villa. Alle polemiche risponde l’assessore comunale alla cultura Romina Aiello che tiene a sottolineare che la decisione è stata presa nel corso della commissione spettacolo, svoltasi il 28 dicembre scorso, alla presenza di esponenti della Questura, dei vigili del fuoco e dell’Asp per la somministrazione di cibo e bevande. “La commissione ha espresso parere favorevole alla manifestazione -dice-  anche chi critica lo sa, perché qualcuno ha avuto accesso agli atti. Per la festa sono stati pagati 500 euro per gli spazi esterni e l’utilizzo dei bagni. Anche a Venezia vengono utilizzati i palazzi settecenteschi per le feste. Non ci vedo niente di male. E’ evidente che qualcuno critica solo in maniera strumentale.”
L’assessore ha aggiunto che gli organizzatori hanno fornito il personale per la sicurezza e che si sarebbero occupati della pulizia della zona utilizzata, compresi i bagni.
Alla festa hanno partecipato 200 persone con un biglietto d’ingresso di 30 euro con “open bar”.

foto d’archivio

 

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.