f Bagheria. Inaugurato il nuovo punto antiracket nei locali di via Massimo D'Azeglio | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Inaugurato il nuovo punto antiracket nei locali di via Massimo D’Azeglio

mercoledì 27 gennaio 2016, 18:53   Attualità  

Letture: 1.919

punto antiracketdi Martino Grasso

Bagheria ha un nuovo punto antiracket. La consegna ufficiale è avvenuta questo pomeriggio. Il centro sorge in un bene confiscato a Francesco Bruno, in via Massimo D’Azeglio.
Per l’amministrazione comunale c’erano il sindaco Patrizio Cinque e gli assessori  Alessandro Tomasello, Fabio Atanasio e Maria Laura Maggiore.
Il centro sarà gestito dall’associazione LiberoFuturo Bagheria/Valle Eleuterio, assegnataria mediante bando pubblico.
Per l’associazione erano presenti il responsabile di Palermo, Enrico Colajanni e il responsabile di Bagheria Gianfranco Rappa. Presenti anche alcuni imprenditori locali.

L’immobile verrà utilizzato quale punto di informazioni e sostegno antiracket per gli imprenditori dell’intero comprensorio bagherese. Tra le attività previste e offerte dall’associazione LiberoFuturo azioni di promozione delle denunce, realizzazione del Consumo critico e promozione della cultura della legalità nelle scuole.
Colajanni ha sottolineato che si avvieranno anche campagne informative nelle scuole: “sarà ovviamente aperta alle ditte e imprese che vorranno dei consigli e dei suggerimenti. A Bagheria per fortuna si è infranto un muro (riferendosi alla collaborazione di 36 imprese nei mesi corsi) e questo è un passo avanti”.
Il sindaco Patrizio Cinque ha ringraziato l’associazione “LiberoFuturo” e ha sottolineato l’importanza di restituire alla collettività un bene confiscato.
“Sarà un presidio di legalità e antimafia per la città non solo per gli imprenditori – ha sottolineato- un simbolo ma anche un appoggio per quanti intendono lavorare seguendo le regole, rispettando le norme senza rischiare di cadere sotto il gioco di usura e racket, prevenendo ogni possibile interferenza di organizzazioni malavitose e soprattutto in stretto contatto con le Forze dell’Ordine e della Magistratura ed il rapporto costante con l’istituzione comunale”.
L’apertura ufficiale è prevista nei prossimi giorni di febbraio.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.