f Il 27 gennaio Bagheria ricorderà l'Olocausto al museo delle cere alla Certosa | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Il 27 gennaio Bagheria ricorderà l’Olocausto al museo delle cere alla Certosa

lunedì 25 gennaio 2016, 16:53   Cultura  

Letture: 1.011

mai piùAnche Bagheria ricorderà la Shoah e lo sterminio di migliaia di ebrei e non solo durante l’olocausto.
Il prossimo 27 gennaio, a partire dalle 16.00, organizzato dal Museo del Giocattolo e delle Cere diretto da Pietro Piraino Papoff, con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Bagheria e della scuola media “Ciro Scianna” si svolgerà una manifestazione in ricordo della Shoah presso la Certosa di villa Butera.
Il programma prevede un intervento degli studenti della Ciro Scianna, che con i loro strumenti e le loro voci, si esibiranno in canti e testi relativi ai campi di sterminio nazisti, il professor Pietro Piraino interverrà sulla storia del giocattolo, in possesso del museo, proveniente dal campo di sterminio di Mauthausen.
Le commemorazioni si concluderanno con la cerimonia ebraica dell’accensione della candela Yahizait e con la posa dei sassi della rimembranza.
Alla manifestazione interverranno, per il Comune di Bagheria, il sindaco di Bagheria Patrizio Cinque e l’assessore alla cultura Romina Aiello.
“Il 27 gennaio è la data scelta per il giorno della memoria – ricorda l’assessore Aiello – la giornata è stata istituita per commemorare la shoah, per ricordare l’orrore delle leggi razziali, la persecuzione dei cittadini ebrei, degli zingari, degli omosessuali, di persone con diverse idee politiche. Non è retorica ricordare, il ricordo serve anche per non sbagliare di nuovo: Uomini, donne, bambini subirono la prigionia, la morte per mano nazista, persone che avevano una sola colpa essere diversi da chi in quel momento credeva di essere migliore e superiore”.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.