f Santa Flavia. Assolta l'ex segretaria del Comune, Paolina La Barbera | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Santa Flavia. Assolta l’ex segretaria del Comune, Paolina La Barbera

martedì 19 gennaio 2016, 15:23   Cronaca  

Letture: 2.372

Santa flaviadi Martino Grasso

Assolta dal  Tribunale di Termini Imerese, sezione penale, presieduta dal giudice Francesco Paolo Pitarresi, l’ex segretaria comunale e direttore generale del comune di Santa Flavia, Paolina La Barbera (difesa dall’avvocato Gioacchino Sbacchi), perchè il fatto non sussiste.
Era accusata, in concorso con il sindaco Antonio Napoli, di minacce e maltrattamenti, nei confronti del funzionario Patrizia Li Vigni.
Paolina la Barbera è stata assolta anche per l’accusa di danni e privazioni, sempre in concorso, per non aver commesso il fatto. Il Tribunale ha stabilito il non “doversi procedere” per intervenuta prescrizione, rispetto alle accuse di abuso d’ufficio, falso ideologico ed offese in atto pubblico.
La vicenda si colloca nel lontano 2007 quando delle lettere anonime, segnalavano che la futura nomina a capo dell’ufficio tecnico comunale, era stata da tempo già preordinata in concorso tra i vari imputati (sindaco, segretario e l’ingegnere Giovanni Mineo, nella veste di beneficiario della nomina).
Da quella storia prese avvio un procedimento giudiziario che portò al rinvio a giudizio l’ex Sindaco Napoli, la segretaria La Barbera e l’ingegnere Mineo.
Il sindaco e Mineo, optarono allora per la difesa con il rito abbreviato (conclusosi nel luglio del 2013 con la condanna, nel processo di primo grado, a 6 anni e 8 mesi). E’ in corso il giudizio di appello presso il Tribunale di Palermo, prima sezione penale.
L’ex segretaria comunale, Paolina La Barbera, decise per il rito ordinario, affrontando in dibattimento le accuse che le venivano mosse.
La recente sentenza, dopo un processo durato oltre tre anni, ha stabilito l’estraneità ai fatti dell’ex segretaria, per quanto riguarda le minacce, maltrattamenti e danni.
“A questo punto -dice l’ex sindaco Antonio Napoli- attendo con fiducia l’esito della Corte d’Appello, anche in presenza dei due esiti contrastanti. Sono contento per Paolina La Barbera e mi auguro che la corte d’Appello possa ribaltare la sentenza di primo grado per quanto mi riguarda”.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.