f Bagheria. La Guardia di Finanza arresta per truffa un uomo di 45 anni di Milazzo | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. La Guardia di Finanza arresta
per truffa un uomo di 45 anni di Milazzo

lunedì 8 febbraio 2016, 15:50   Cronaca  

Letture: 3.063

guardia-di-finanzaLa Guardia di Finanza di Bagheria ha arrestato Massimo Biondo, un intermediario finanziario, di 45 anni, originario di Milazzo, in provincia di Messina con l’accusa di avere truffato numerosi imprenditori fra Bagheria e Petralia Sottana.
L’uomo sarebbe riuscito a raccogliere un milione di euro.
L’inchiesta è stata condotta dalla Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina che alla fine ha dato il via libera per l’arresto del presunto truffatore. L’inchiesta è stata denominata “Esperanza”.
Secondo l’accusa, Biondo sarebbe riuscito a raggirare numerosi imprenditori della Provincia di Palermo, operanti nel Bagherese, ma anche nei paesi limitrofi a Petralia Sottana, nelle madonie, con il miraggio di mettere a segno affari economici particolarmente vantaggiosi.
L’uomo sarebbe riuscito a farsi consegnare ingenti somme di denaro, con la promessa di ottenere grossi finanziamenti attraverso un bando indetto dal Ministero dello Sviluppo Economico.
I finanzieri sottolineano che Biondo riusciva a farsi consegnare il denaro,  attraverso una sofisticata rete di trovate  e ingegnosi raggiri e sorretto da un brillante modo di porgersi.
Le fiamme gialle, nell’ambito dell’attività investigativa, hanno  appurato che Massimo Biondo, per rassicurare le vittime e per avallare la sua credibilità e decantata professionalità, rilasciava persino false attestazioni assicurative e finanziarie. Attestazioni che sarebbero risultate del tutto false.
L’uomo alla fine si è rivelato un truffatore e non un valente investitore, come speravano le vittime raggirate.
I finanzieri stanno adesso ricostruendo tutte le truffe che potrebbero ammontare, secondo una prima stima, ad un milione di euro.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.