f Bagheria. L'opposizione: "non è stato possibile parlare delle Iene e di Alongi" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. L’opposizione: “non è stato possibile parlare delle Iene e di Alongi”

martedì 9 febbraio 2016, 22:33   Politica  

Letture: 1.412

consiglieri minoranzaI consiglieri dell’opposizione con una nota criticano la decisione del presidente del consiglio comunale, Claudia Clemente, di non affrontare nel consiglio comunale di oggi un ordine del giorno sul servizio delle Iene e l’interrogazione che presenterà l’onorevole Alongi.Ecco il testo:
“In seguito alle recenti e gravi dichiarazioni rilasciate dal Sindaco di Bagheria Patrizio Cinque sul web, visto il servizio andato in onda sulla rete nazionale durante il programma “Le Iene” e soprattutto dopo le dichiarazioni dell’onorevole Alongi, riguardanti la figura apicale ai lavori pubblici scelta dal sindaco, i consiglieri di opposizione, già convocati in consiglio comunale in seduta consiliare ordinaria, hanno ritenuto opportuno presentare un ordine del giorno, ai sensi dell’articolo 26 del Regolamento del Funzionamento del Consiglio Comunale, che impegnasse l’amministrazione a voler relazionare in aula, luogo preposto ed unica sede istituzionale, sui fatti che hanno interessato la nostra città.
odg minoranzeIl Presidente del Consiglio Comunale, Claudia Clemente, consultato come di consueto il suo gruppo politico, ha ritenuto inammissibile l’ordine del giorno presentato negando all’aula e quindi alla città tutta, di essere informata sui gravi fatti emersi. Ritenendo prioritario trattare queste argomentazioni e vedendo calpestato per l’ennesima volta il diritto alla trasparenza, noi consiglieri comunali di minoranza non abbiamo ritenuto opportuno continuare i lavori d’aula.”

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.