f Bocchino e Campanella presentano un'interrogazione sulle scuole di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bocchino e Campanella presentano un’interrogazione sulle scuole di Bagheria

mercoledì 17 febbraio 2016, 22:20   Politica  

Letture: 1.244

campanella bocchinoI senatori Fabrizio Bocchino e Francesco Campanella sono i primi firmatari di un’interrogazione presentata al ministro dell’Università, Stefania Giannini, sullo stato delle scuole bagherese.
Ecco il testo completo:

“premesso che:
giovedì 11 febbraio 2016, la nota trasmissione “Striscia la notizia” ha mandato in onda un servizio-denuncia sul grave stato di degrado di molte scuole del Comune di Bagheria, in provincia di Palermo;
durante il servizio, veniva innanzitutto menzionata la scuola “Civello” di Aspra, frazione di Bagheria, chiusa per il crollo di un tetto dal mese di ottobre 2015. Dai mass media si apprende che gli alunni frequentano attualmente le lezioni presso la scuola “Girgenti”, la quale però, per accogliere gli ulteriori alunni, ha dovuto organizzare il servizio su doppi turni;
il servizio citava ulteriori istituti scolastici: la “Bagnera”, in pieno centro di Bagheria, con cornicioni cadenti, pericolose infiltrazioni nelle aule dei piani superiori, problemi alle fognature e con il parco giochi della scuola dell’infanzia dismesso perché pericoloso, la scuola secondaria di primo grado “Carducci” che possiede un ascensore nuovo per i disabili inutilizzato da 3 anni perché privo del necessario collaudo, e la scuola “Cirincione” nella quale sono rimasti feriti 2 piccoli alunni dal crollo di un tetto;

considerato che:
nell’atto di indirizzo concernente l’individuazione delle priorità politiche del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca per l’anno 2016, viene indicata, al numero 8, l’edilizia scolastica: “farne una politica strutturale, efficace e trasparente (ammodernamento, decoro, funzionalità degli edifici, messa in sicurezza), e sul monitoraggio in chiave preventiva, incentrato sull’anagrafe”;
nell’audizione del Ministro presso la 7ª Commissione permanente (Istruzione pubblica, beni culturali, ricerca scientifica, spettacolo e sport) del Senato della Repubblica in data 10 febbraio 2016 sull’attuazione della legge n. 107 del 2015, si sottolinea un impegno del Governo in tema di edilizia scolastica, evidenziando di avere già attuato la maggior parte delle azioni previste aumentandone anche i fondi;
tenuto inoltre conto che a Bagheria, l’ente locale, attore principale in tema di edilizia scolastica, sembra non avere debitamente attivato quanto di propria competenza al fine di porre rimedio alle disfunzioni del servizio scolastico ma, ancor di più, di non essere intervenuto al fine di garantire la sicurezza degli alunni e delle alunne frequentanti i suddetti edifici scolastici,
si chiede di sapere se il Ministro in indirizzo sia a conoscenza di quanto esposto e se non ritenga opportuno intervenire con ogni iniziativa volta a ripristinare la piena funzionalità degli edifici scolastici al fine di restituire la giusta serenità ai fruitori del servizio scolastico.”

 

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.