f Arrestate 8 persone perchè alimentavano un parco giochi abusivamente | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Arrestate 8 persone perchè alimentavano un parco giochi abusivamente

lunedì 22 febbraio 2016, 18:29   Cronaca  

Letture: 4.000

giostra-cavalliLa Guardia di Finanza di Bagheria ha arrestato 8 persone che alimentavano le giostre di un parco giochi per bambini abusivamente. Le persone fermate fanno parte di un unico nucleo familiare. Per loro sono stati disposti gli arresti  domiciliari.
La truffa è stata scoperta dalla guardia di finanza di Bagheria che ha avviato indagini per quantificare il danno compiuto a carico dell’Enel.
Le otto persone fermate, da anni gestiscono il parco giochi che sorge in un’area lungo la strada statale 113 fra Ficarazzi e Palermo, nel territorio di Villabate, uno dei più frequentati della zona. I finanziari fanno sapere che le otto persone coinvolte, sono titolari di altrettante ditte individuali che gestivano le giostre.
La scoperta dell’allaccio abusivo, è avvenuto nel corso di un controllo. Le fiamme gialle hanno notato che vicino al contatore elettrico, c’erano due cassette in vetroresina collegate attraverso grossi cavi all’impianto pubblico.
Gli uomini della guardia di finanza si sono insospettiti e hanno voluto vederci chiaro. E’ bastato poco per fare intuire che si trovavano davanti ad un allaccio elettrico costruito abusivamente.
§Le fiamme gialle hanno quindi richiesto l’intervento di personale tecnico dell’Enel, esperto nello scoprire gli allacci abusivi. E così, appena giunti sul posto, i tecnici hanno capito che erano davanti all’ennesimo furto di energia elettrica.
All’interno delle cassette si trovavano due interruttori che permettevano, autonomamente, di moltiplicare per dieci la potenza fornita dal contatore regolare.
Secondo le fiamme gialle, tali apparati, ingegnosamente costruiti, hanno permesso di alimentare l’intero parco divertimenti ad un costo nettamente inferiore a quello dovuto.
I responsabili, che nel tempo hanno gratuitamente usufruito della corrente, sono stati tratti in arresto e posti ai domiciliari per furto aggravato di energia.
E’ in corso la quantificazione dell’ingente danno economico subito dall’ente nazionale per l’energia elettrica.
Non è la prima volta che venono scoperti furti di energia elettrica ingenti di grosse proporzioni. Qualche settimana fa, infatti, ad Aspra, frazione marinara di Bagheria, i carabinieri della locale stazione, scoprirono, che un’intera palazzina era alimentata abusivamente. In quel caso vennero arrestate 7 persone. Anche per quella operazione, fu determinante  il lavoro fatto dai tecnici dell’Enel che riuscirono a risalire al congegno che astato sistemato all’interno della palazzina.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.