f 120 amministratori hanno preso parte al convegno sulla riforma dei comuni | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

120 amministratori hanno preso parte al convegno
sulla riforma dei comuni

domenica 28 febbraio 2016, 08:51   Politica  

Letture: 1.090

convegno comuniOltre 120 amministratori provenienti da tutta la Sicilia si sono dati appuntamento alla sala d’Ercole del palazzo dei Normanni, per il convegno ”Essere Giovani ed amministratori in Italia. L’Italia dei comuni: la nuova riforma”, organizzato dall’Anci Sicilia Giovani e coordinato dal Presidente Maurizio Lo Galbo.

All’evento hanno preso parte: Maurizio Graffeo, Presidente della sezione di controllo della Corte dei Conti per la Regione Siciliana, Gaetano Scaduti, Magistrato del Tribunale di Palermo, Leoluca Orlando, Presidente Anci Sicilia, Gianluca Callipo, Presidente Anci Nazionale Giovani, Giacomo D’Arrigo, Direttore Agenzia Nazionale Giovani e Toto Cordaro, vicepresidente della commissione affari istituzionali dell’Assemblea Regionale Siciliana.
“Sono soddisfatto -ha sottolineato il presidente Maurizio Lo Galbo- dell’ottima riuscita dell’evento e ringrazia tutti i relatori per la loro partecipazione, con un ringraziamento particolare ai tantissimi giovani amministratori presenti, che con grande senso di responsabilità, hanno voluto testimoniare che oggi più che mai, amministrare non vuol dire improvvisare e vivere d’inerzia”.
Infine, il Presidente Orlando e il segretario generale dell’Anci Mario Alvano, hanno riconfermato la loro disponibilità a sostenere il prossimo progetto che, entro il mese di giugno, sarà portato avanti dall’Anci Sicilia Giovani, ovvero una due giorni di studio e formazione, sui contenuti emersi durante il convegno da parte dei sindaci, assessori e consiglieri intervenuti.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.