f A proposito di dissesto… | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

A proposito di dissesto…

mercoledì 30 marzo 2016, 11:41   L'Opinione  

Letture: 1.100

pino fricanodi Pino Fricano *

Non comprendo questa discussione sul fatto se il dissesto poteva essere evitato o meno.   Non so se ricordo male, ma il contesto in cui è maturato il dissesto era quello di cifre ondivaghe sulla consistenza del debito, che comunque si aggirava sui 40-60 milioni di euro, di un costante aumento delle tasse e dei tributi, di ritardi enormi nell’elaborazione dei bilanci, di rilievi pesanti da parte dell’organo di revisione, di pressioni fortissime da parte della Corte dei Conti.
Se quello era il contesto che, per molti versi, ha determinato la nomina di un commissario, quest’ultimo non aveva grandi possibilità di scelta ed ogni dietrologia mi pare peregrina.
D’altronde pare che la commissione non ci costerà nemmeno tanto, alla fine si è fatta chiarezza sui numeri con autorevolezza e forti di questa si potrà avviare una negoziazione per l’abbattimento del debito, che consentirà un notevole risparmio su costi, che comunque graveranno sulla collettività.
Le misure di taglio dei costi ed aumento delle entrate si sarebbero dovute attivare comunque in caso di procedura di riequilibrio, ma non sarebbe stato previsto il blocco delle procedure esecutive e degli interessi sui debiti insoluti, non avremmo avuto gli aiuti dello Stato e della Regione che ci aiuteranno a chiudere i conti, mi pare quindi che il Dissesto non ha nuociuto all’Ente, semmai gli ha dato una mano!
Diversa è la discussione sul dato politico che viene fuori dalla lettura dei dati.
Pare che finalmente abbiamo dei dati certi, rispetto ai quali, se ci sono, possono essere individuate responsabilità precise, è un lavoro che farà la magistratura contabile, spero lo faccia quanto prima, perché da questo può venire , da un lato un contributo, a carico dei responsabili, per la chiusura dei conti, dall’altro qualche elemento che possa aiutare i cittadini elettori a scegliere meglio in futuro.
Da una giunta che ha fatto della trasparenza e del rigore la sua bandiera mi aspetto che, a questo punto, si faccia chiarezza sulle responsabilità politiche, prendendo a campione gli anni di fine mandato delle amministrazioni succedutesi con l’elezione diretta del sindaco: Valentino 1998, Commissari 2000, Fricano 2005, Sciortino 2010, Lo Meo 2012, Cinque 2015.
Se si costruirà una tabella traendo i dati dai consuntivi dei rispettivi anni, aggiornati con gli ultimi accertamenti , dalla quale vengano futuri debiti, crediti, saldi, capacità impositiva e di riscossione, forse finalmente capiremo qualcosa su quello che è successo e riusciremo a parlare di fatti e non di congetture.
Il dato politico che pare più rilevante è quello relativo alla mancata riscossione, se a pagare è circa 1/3 dei contribuenti ed i loro tributi sono quelli che tengono in piedi l’Ente è chiaro perché la tassazione, negli ultimi anni, è salita alle stelle.  Pagare meno e pagare tutti! Questo deve essere l’obiettivo, oppure i soliti onesti finiranno per stancarsi di apparire come i soliti fessi.  Dalla capacità di riscossione che ha saputo e saprà mettere in campo l’amministrazione si misura e si misurerà  la sua credibilità, in questo contesto l’obiettivo deve essere quello di arrivare almeno al 60%!
Non ho seguito gli ultimi sviluppi ma spero che a questo punto siamo in condizione di azzerare gli ingiustificabili ritardi nell’elaborazione degli strumenti di programmazione, mi aspetto  che entro questa primavera il Consiglio sia messo nelle condizioni di approvare il bilancio previsionale 2016 e triennale, di approvare in tempi brevi il consuntivo 2015 ed il triennale delle opere pubbliche, solo in questo modo possiamo avere contezza delle dinamiche ed evitare che gli errori del passato si ripropongano per il presente e per il futuro.

  • ex sindaco Bagheria

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.