f Bagheria. Il consiglio comunale approva la gestione di privati dell'arco azzurro | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Il consiglio comunale approva la gestione di privati dell’arco azzurro

giovedì 24 marzo 2016, 11:10   Attualità  

Letture: 1.406

arco azzurro
di Martino Grasso

Via libera dal consiglio comunale per quanto riguarda l’uso pubblico del belvedere dell’arco Azzurro. Il consiglio ha infatti approvato la delibera relativa all’affidamento del sito da parte di associazioni o privati. La delibera è passata con i voti dei consiglieri comunali del Movimento 5 stelle e e dei consiglieri del Mis Maddalena Vella e Massimo Cirano. Astenuti i consiglieri delle minoranze presenti in aula.
Chi si aggiudicherà la gestione dell’arco azzurro, dovrà prevedere dei lavori che consistono  nella  gradonatura con un corrimano in corda, la realizzazione di una recinzione in paletti di castagno conforme  alla recinzioni già realizzate nella restante area e l’installazione di due bagni chimici. Altri lavori riguardano la pulizia dell’area, la diserbatura delle erbacce infestanti e di essenze non autoctone. Il costo delle opere ammonta a circa 10 mila euro.
Il progetto ha già acquisito il parere favorevole della Soprintendenza ai Beni culturali e Ambientali di Palermo.
“Si tratta di un importante passo verso la valorizzazione e l’apertura al pubblico del belvedere panoramico sulla roccia del famoso Arco azzurro -sottolinea il consigliere comunale del M5S Giusy Chiello– Grazie ai tecnici del Comune e all’ex assessore all’Urbanistica Luca Tripoli l’arco azzurro presto potrà essere fruito da tutti i cittadini bagheresi e dai turisti che vorranno visitarlo.”
Il consiglio comunale ha anche approvato altre 3 delibere relative all’individuazione delle spese da finanziare dell’indennità “vacanza contrattuale anno 2013-2014-2015 per i dipendenti comunali, la verifica della quantità e qualità di aree e fabbricati da destinarsi alla residenza, alle attività produttive e terziarie e il regolamento del Pedibus.
Critico il consigliere comunale Maurizio Lo Galbo che ha votato favorevolmente  la delibera relativa al bilancio riequlibrato.
“L’amministrazione Cinque -dice- aveva trasmesso la documentazione in maniera incompleta ed è stato necessario che si inviasse una nota di richiamo da parte del ministero degli interni e degli uffici comunali, i quali più volte avevano sollecitato il Comune a colmare tali lacune, abbiamo preso atto dell’impegno profuso dal ministero, nel prendere per mano questa amministrazione e sottrarla dall’assoluto stato confusionale in cui si trova, allo scopo di portare a termine quello strumento finanziario essenziale per il nostro ente. Da parte nostra, solo per un puro senso di responsabilità nei confronti della città, abbiamo deciso di agevolare, con il nostro voto favorevole, questo tortuoso cammino. A ciò si aggiunga che il Movimento cinque stelle ha pure ritenuto opportuno e fondamentale prelevare dall’ordine del giorno una delibera relativa al regolamento del soprannominato “Piedibus”, strumento di supporto sociale consistente in un “autobus umano”, formato da un gruppo di bambini “passeggeri” e di adulti nel ruolo di “autisti” e “controllori”, che avrebbe lo scopo di sopperire al problema del trasporto dei minori nei plessi scolastici cittadini. A prescindere dall’assoluta assurdità di una simile soluzione in ragione dell’ampiezza del nostro territorio e della affluenza che un simile servizio dovrebbe soddisfare, questa proposta costituisce prova dell’invalicabile divario esistente tra le esigenze reali del nostro paese e quelle astrattamente interpretate e fantasticate dal movimento Cinque Stelle. Ricordo che a Bagheria purtroppo si deve fare i conti con difficoltà e disagi importanti, quali quelli relativi al trasporto dei disabili, alla gestione del servizio di vigilanza urbana davanti le scuole, all’inesistenza di mezzi pubblici a disposizione dei cittadini, ai gravosi doppi turni che quotidianamente le famiglie affrontano a causa di aule scolastiche ancora inagibili. Situazioni, queste descritte, che non meritano di essere né sottovalutate né schernite attraverso proposte assurde e inaccettabili propinate da questa amministrazione. Invece, il movimento Cinque Stelle di Bagheria quale soluzione ritiene di offrire? “Il Pedibus” cioè affidare a terzi i nostri figli per farli “passiare”. Siamo oltre i limiti dell’inverosimile! Tutto questo per distogliere l’attenzione dai reali problemi che attanagliano la nostra amata città.”

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.