f Arrestati a Ficarazzi i 3 giovani che avevano rapinato l'Ard discount a Bagheria (foto) | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Arrestati a Ficarazzi i 3 giovani che avevano rapinato l’Ard discount a Bagheria (foto)

martedì 12 aprile 2016, 09:26   Cronaca  

Letture: 3.290

SONY DSC

SONY DSC

Avevano deciso di svaligiare un supermercato a Bagheria per avere il denaro necessario per un sabato sera all’insegna del divertimento più sfrenato, fra discoteche e locali della movida palermitana.
Non avevano però fatto i conti con i carabinieri della stazione di Ficarazzi e del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Bagheria, che intorno alle ore 1900 di sabato scorso, in località “Ficarazzelli” a Ficarazzi, hanno arrestato per il reato di rapina aggravata in concorso: Francesco Zora, 20 anni, di Palermo, Salvatore Matteo Torregrossa, 19 anni, di Villabate e Alessandro Favata, 21 anni, di Palermo.
Circa mezz’ora prima, lo Zora e il Torregrossa avevano fatto irruzione, travisati con cappello e fascia collo, all’interno del supermercato ARD discount di  via Generale De Giorgi a Bagheria ed avevano immobilizzato alle spalle i due cassieri – entrambi rimasti illesi – ai quali avevano portato via circa 700 euro in banconote di vario taglio, dileguandosi a bordo di una lancia Y condotta dal complice Favata, in direzione Palermo.
A seguito delle ricerche disposte dalla Centrale Operativa della Compagnia di Bagheria il veicolo veniva intercettato poco dopo a Ficarazzi e veniva bloccato dopo un breve inseguimento in località “Ficarazzelli”.
arrestati discountI successivi accertamenti consentivano di rinvenire tutta la refurtiva così come i due berretti ed il fascia collo che erano stati indossati durante il colpo; il tutto posto sotto sequestro. A quel punto, i tre giovani, non hanno potuto far altro che riconoscere la propria colpevolezza, motivando “il colpo” con la volontà di disporre di denaro sufficiente per “finanziare” i bagordi del sabato sera che i tre avevano intenzione di trascorrere tra discoteche e locali di Palermo.
Gli arrestati su disposizione del PM di turno presso la Procura della Repubblica di Termini Imerese, dottor  Giacomo Brandini sono stati tradotti presso le rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari.
Condotti presso quel Tribunale per l’udienza questa si concludeva con la convalida dell’arresto e la sottoposizione, per tutti e tre, alla misura dell’obbligo di dimora nel Comune di residenza.

(fonte ufficio stampa carabinieri Palermo)

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.