f Bagheria. Morto il giovane di 26 anni, rimasto coinvolto nell'incidente dell'1 aprile | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Morto il giovane di 26 anni, rimasto coinvolto nell’incidente dell’1 aprile

mercoledì 13 aprile 2016, 16:14   Cronaca  

Letture: 9.443

ospedale-civico-palermodi Martino Grasso

Non ce l’ha fatto il giovane di 26 anni rimasto coinvolto in un incidente stradale la sera dell’1 aprile. Roberto Iannelli è morto questo pomeriggio all’ospedale Civico di Palermo, dopo 13 giorni di agonia.
In mattinata si era diffusa la notizia che era stata dichiarata la morte cerebrale. Le sue condizioni si erano rivelate subito gravissime e a nulla sono serviti i tentativi dei medici di strapparlo alla morte.
Il suo giovane cuore ha resistito 13 giorni ma poi ha ceduto.
(La nostra redazione, ha deciso di non pubblicare le foto tratte da Facebook, come previsto da una recente sentenza della Cassazione).
L’incidente era avvenuto la sera di venerdì  aprile, all’incrocio fra la via Dante e la via Leoncavallo, nel centro della città. Erano le  20,55, quando il ragazzo, residente a Bagheria, viaggiava a bordo della sua motocicletta, una Yamaha T Max. La moto si era scontrata contro un’auto, una Lancia Y, di colore rosso, guidata da un uomo di 32 anni, residente a Bagheria,  rimasto illeso.
L’impatto è stato violento. Ad avere la peggio è stato il giovane a bordo della moto. Dopo lo scontro è stato sbalzato in aria ed è finito a circa 3 metri dal luogo dell’impatto.
E’ stato subito soccorso dagli occupanti delle altre auto e da alcuni residenti che hanno assistito all’incidente.
Sul posto sono intervenuti i carabinieri e una volante della polizia. In pochi minuti è arrivata anche un’ambulanza che ha prestato le prime cure e subito dopo ha condotto il ragazzo  all’Ospedale Civico di Palermo dove è stato ricoverato.
Nella struttura sanitaria i medici di turno gli hanno diagnosticato fratture multiple con riserva sulla vita.
Sull’episodio hanno aperto un’inchiesta i carabinieri di Bagheria che hanno effettuato i rilievi di rito. Si sta cercando di accertare la dinamica esatta di quanto accaduto. Non è stato possibile accertare se il ragazzo avesse il casco, anche se è stato recuperato poco distante il luogo dell’incidente.
Secondo una ricostruzione sommaria, l’auto aveva appena attraversato la via Dante, proveniente da via Leoncavallo, quando si è scontrato con la motocicletta che proveniva dal corso Butera, verso la via Città di Palermo.
Roberto Iannelli si occupava di assistenza di computer a Bagheria ed era molto conosciuto in città. Gestiva un negozio nella zona della Caravella dove si era trasferito da poco e dove lavoravano altri ragazzi.
Il giovane è stato assistito fino all’ultimo dai familiari ma anche dagli amici che anche attraverso i social network cercavano di sostenerlo e lo incitavano a non mollare. Ma il suo giovane fisico non è riuscito a superare le ferite che ha subito nel corso dell’incidente.
Gli amici ricordano Roberto come un ragazzo solare e aggrappato alla vita. Era dedito al lavoro e agli amici.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.