f Bagheria. Nasce un nuovo comitato per il Si al referendum di ottobre | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Nasce un nuovo comitato per il Si al referendum di ottobre

lunedì 25 aprile 2016, 14:54   Attualità  

Letture: 1.469

si cambiaNasce a Bagheria un altro comitato referendario per il Sì.
Si chiama “Si cambia”e con una nota sottolineano che “sosterremo le ragioni del SI al Referendum Costituzionale di Ottobre. La Riforma Costituzionale introduce diverse modifiche che mirano a rendere più snella ed efficiente la nostra democrazia.
Queste le principali :
Addio Bicameralismo Perfetto
L’approvazione delle leggi sarà prerogativa, quasi esclusiva, della Camera dei Deputati, snellendo l’iter, che sarà molto più rapido. Il Senato della Repubblica avrà meno poteri legislativi, conservando competenza solo su riforme e leggi costituzionali. Sulle leggi ordinarie avrà solo poteri consultivi.
Riduzione costi politica
Viene abrogato il Consiglio Nazionale Economia e Lavoro (CNEL). Verrà ridotto sensibilmente il numero dei senatori. Dai 314 attuali, il Senato della Repubblica sarà composto da 95 membri eletti dai Consigli Regionali (21 sindaci e 74 consiglieri-senatori) più 5 nominati dal Capo dello Stato  resteranno in carica per 7 anni. Saranno i cittadini al momento di eleggere i Consigli Regionali ad indicare quali consiglieri saranno anche senatori. Nessuno di questi percepirà lo stipendio da parlamentare. Verranno cancellate dalla Costituzione le Province. Con questo impianto si prospetta un abbattimento dei costi della politica di almeno 100 milioni di euro.
Quorum referendum
Abbassamento soglie quorum per i referendum che raggiungono le 800.000 firme, per cui basteranno la metà degli elettori delle ultime elezioni politiche, e non la metà degli iscritti come richiesto adesso. Inoltre, novità della riforma, verranno introdotti i referendum propositivi.
Nuovo Federalismo
Con la riforma del Titolo V, vi sarà l’abolizione delle materie di competenza concorrente tra Stato e Regioni e alcune competenze strategiche ritorneranno di competenza allo Stato, come energia, infrastrutture strategiche e sistema nazionale di protezione civile.
Il Comitato che oggi nasce è aperto all’adesione di ogni cittadino che si riconosce nei valori della democrazia e della partecipazione attiva e nelle ragioni del SI.
Pertanto rivolgiamo un invito a contattarci per aderire all’appello all’indirizzo email  sicambia2016@yahoo.it o sulla nostra pagina FB SI Cambia.
Le adesioni saranno costantemente aggiornate e nelle prossime settimane sarà organizzato un momento pubblico di incontro.”

Del comitato fanno parte:
Giuseppe Abbate, studente universitario
Piero Aiello, avvocato
Santino Aiello, dirigente amministrativo
Monica Balzano, vicepresidente associazione socio culturale
Alessandro Buttitta, giornalista e insegnante
Alberto Campanelli, architetto
Antonio Cannizzo, praticante avvocato
Nico Caputo, imprenditore
Pasquale Caputo, imprenditore
Salvatore Cardinale, avvocato
Giuseppe Carollo, medico
Giusi Coniglio, dirigente settore formazione professionale
Gino Castronovo,consulente aziendale
Francesca Corpora, medico
Gino D’Agati, esperto di diritto e management dello sport
Agostino D’Amato, impiegato
Michele D’Amato, medico
Giuseppe D’Amico, impiegato e musicista
Angelo Di Salvo, medico
Giuseppe Domino, impiegato
Michele Ducato, architetto
Domenico Figà, già dirigente scolastico
Gianpiero Gambino, infermiere
Massimo Gargano, imprenditore
Michela Gargano, studentessa universitaria
Paola Gennaro, medico
Alessandro La Tona, avvocato
Giuseppe Laganà, sociologo
Francesco Lima, impiegato
Santo Lo Piparo, ingegnere
Dario Macchiarella, studente universitario
Sergio Martorana, Vice Preside
Virginia Martorana, archivista e operatore del terzo settore
Massimo Mineo, educatore ed insegnante
Francesco Paolo Miosi, praticante avvocato
Barbara Mistretta, avvocato
Mario Montalbano, laureato in scienze politiche
Giovanni Pagano, studente universitario
Giuseppe Pagano, commercialista
Paolo Pintacuda, scrittore e sceneggiatore
Manuela Pipitone, professoressa
Filippo Restivo, educatore ed imprenditore
Salvatore Rizzo, ingegnere
Patrizia Rollo, commercialista
Nicola Savì, ingegnere
Alessandro Scaduto, assicuratore
Salvo Scaduto, giornalista
Michele Sciortino, commercialista
Enrico Sparacino, amministratore e consulente immobiliare
Pietro Sparacino, studente universitario
Francesco Stallone, avvocato
Nicola Tarantino, dirigente Asp
Benedetto Timoneri, imprenditore
Domenico Tomasello, tecnico radiologo
Salvatore Triolo, ricercatore universitario
Daniele Vella, consulente aziendale
Gaetano Zammuto, artista

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.