f Bagheria. Abusivismo edile senza sosta. I vigili urbani individuano altri 14 abusi | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Abusivismo edile senza sosta. I vigili urbani individuano altri 14 abusi

lunedì 9 maggio 2016, 14:37   Attualità  

Letture: 2.992

vigili-urbanidi Pino Grasso

Era dallo scorso mese di dicembre che non si registravano abusi edilizi nel territorio comunale. Dal rapporto della Polizia giudiziaria, relativo al mese di aprile emergono ben 14 abusi per lavori effettuati senza la prescritta autorizzazione del Comune.
E intanto l’amministrazione comunale è entrata in possesso di un altro immobile abusivo e non sanabile. Si tratta di una piccola casa rurale che sorge in contrada “Specchiale”. L’immobile delle dimensioni di 25 metri quadrati ricade in un’area di 235 metri quadrati pure sequestrata.
La casa che risultava abitata è stata concessa alla proprietaria che dovrà presentare una richiesta all’ufficio patrimonio. In questo caso si dovrà pagare un canone d’affitto secondo i criteri delle case popolari e quindi con tariffe agevolate.
Gli abusi che sono stati scoperti, sono sia in pieno centro storico e si riferiscono a piccoli lavori di ampliamenti di vecchie costruzioni o chiusure di terrazzi, sia nelle zone periferiche e collinari che sorgono a monte dello svincolo autostradale in piena campagna ed anche nella frazione marinara di Aspra.
Per due di essi, oltre l’ammenda, è scattato anche il sequestro dei lavori. Si tratta dei lavori con cui è stato realizzato l’ampliamento di una superficie al piano terra di una abitazione già esistente e l’altro alla realizzazione di una sopraelevazione su lastrico solare in barba alle norme basilari sulla sicurezza statica. I verbali che sono stati elevati si riferiscono ad abusi scoperti nei mesi di febbraio che sono due, di marzo in numero di otto e aprile che sono quattro. Gli abusi più clamorosi riguardano la costruzione di un manufatto di 700 metri quadrati ed altri manufatti abusivi sullo stesso terreno. Altri cittadini hanno realizzato una unità abitativa su lastrico solare ed altri hanno collocato una casetta prefabbricata con ruote ancorate al suolo. Gli altri abusi si riscontrati si riferiscono a lavori consistenti nella chiusura di un’area destinata a terrazzo, un altro ancora ha realizzato un manufatto di 70 metri quadrati collocandolo su una piattaforma in cemento ed altri hanno messo in piedi una nuova costruzione. Altri abusi di piccola entità riguardano la collocazione di una pedana in legno e una struttura in ferro con istallazione di una tenda e poi ancora della collazione di una tenda fissata a parete con braccia richiudibili. In pratica tutte le costruzioni rilevate sono nate senza alcuna richiesta di autorizzazione, in barba a tutte le leggi in materia di costruzioni. L’elenco a firma del segretario generale Eugenio Alessi è stato affisso all’albo comunale. Paradossalmente l’amministrazione comunale proprio accanto all’elenco degli abusi edilizi, ha pubblicato quello che si riferisce alle concessioni edilizie per le quali basta rivolgersi all’ufficio tecnico comunale per iniziare i lavori ed ottenere le concessioni. Le autorizzazioni si riferiscono a istanze prodotte da cittadini per un immobile sito in via Carà n. 55 e una nuova costruzione fabbricata in verde agricolo da realizzare in contrada Parisi. E’ vero che si tratta di poche concessioni, ma almeno i cittadini non hanno il patema d’animo che i lavori vengano bloccati e sanzionati.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.