f Bagheria. Lo Galbo: "Il M5S sprecherà 40 mila euro con le nomine dell'O.I.V." | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Lo Galbo: “Il M5S sprecherà 40 mila euro con le nomine dell’O.I.V.”

sabato 14 maggio 2016, 16:44   Politica  

Letture: 1.728

lo galboIl consigliere comunale Maurizio Lo Galbo, interviene sulle nomine dei 3 componenti dell’organismo indipendente di valutazione.
“Il movimento cinque stelle di Bagheria persevera nella spartizione di incarichi e nello sperpero di denaro pubblico. Già un anno fa avevamo invitato il signor sindaco pentastellato a ritirare o modificare il bando per l’Organismo Indipendente di Valutazione. La normativa consente che tale Organismo di Controllo possa essere monocratico e senza nuovi e maggiori oneri per la finanza pubblica. Nonostante ciò, il signor Sindaco ha fatto orecchi da mercante ed è andato dritto per la strada dello sperpero di denaro pubblico preferendo alimentare la pomposità burocratica. Infatti egli, in barba anche al parere espresso dal Collegio dei Revisori, ha scelto di avvalersi di un organo collegiale nominando tre professionisti anziché uno solo. A ciascun componente andrà per il triennio di incarico un compenso di 6 mila euro annue più il rimborso spese di viaggio e di vitto. Ciò significa che, nella migliore delle ipotesi, l’Amministrazione Cinque sprecherà almeno 40 mila euro.”
“È una decisione- continua Lo Galbo – che ci appare assurda e inadeguata sia rispetto alle condizioni di dissesto finanziarie in cui versa il Comune, sia rispetto al momento di gravissima crisi economica e sociale della nostra città. Invitiamo pertanto, ancora una volta, il signor sindaco grillino a fare scelte più oculate e di buonsenso e quindi a revocare immediatamente in autotutela la determina 16/2016.”

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.