f Bagheria. Gara di solidarietà per aiutare un ambulante senegalese rimasto in panne (foto) | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Gara di solidarietà per aiutare un ambulante senegalese rimasto in panne (foto)

lunedì 27 giugno 2016, 15:06   Attualità  

Letture: 6.587

senegal 1di Martino Grasso

Una volta tanto ci piace raccontare storie con il lieto fine. E quella che stiamo raccontando ce l’ha.
Ha visto coinvolto un senegalese, Matar Gaye, di 52 anni.
L’uomo, ieri sera, era a bordo di un furgone e stava raggiungendo Caltavuturo per una fiera. Fa l’ambulante e vende pellami nelle fiere. Ad un certo punto è rimasto in panne in via vallone De Spuches.
Il motore del furgone è andato in fumo. La pompa che iniettava gasolio si è rotta.
Matar è rimasto bloccato per strada.
A questo punto è avvenuto l’impensabile. Una decina di persone si sono fermate per soccorrerlo.
Ma la storia si è conclusa solo oggi. Ieri sera, infatti, era praticamente impossibile trovare un meccanico che potesse aiutarlo.
Matar ha trascorso la notte sul furgone a pochi metri dallo svincolo dell’autostrada. Nel frattempo alcuni residenti della zona sono corsi in suo aiuto. senegal 2Una signora gli ha portato del cibo e qualcuno ha fornito dell’acqua.
Il furgone è stato trainato da un carro-attrezzi e anche i responsabili hanno fornito la loro opera gratuitamente.
Questa mattina il furgone è stato riparato da un meccanico.
Molti si sono resi disponibili, compreso un maresciallo dei carabinieri di Palermo.
“Ci è sembrato normale aiutarlo -dice Gino Gagliano- sono in molti ad essersi messi a disposizione, fra cui la ditta Scianna per il trasporto, il signor Licari che ha fatto uno sconto del 50%, il signor D’Amico della parrocchia di Sant’Antonio per il primo soccorso e assistenza e anche il maresciallo D’Angioillo.”.
Matar proveniva da Agrigento, dove vive.
Ha lasciato in Senegal la moglie e 3 figli. Lui ha raggiunto l’Italia per cercare fortuna.
“Ringrazio singolarmente tutte le persone che si sono prodigate in mio aiuto -dice in un italiano corretto- Non conoscevo ancor la città di Bagheria ma mi rimarrà sempre nel MIO cuore per questi gesti amichevoli.”
Matar questa mattina è ripartito per il viaggio. Ieri non ha potuto raggiungere Caltavuturo. Ma ha fatto la conoscenza di alcune persone, dal cuore grande, che forse non dimenticherà mai.

 

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.