f Casteldaccia. Ritrovata una tartaruga "caretta caretta", morta subito dopo | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Casteldaccia. Ritrovata una tartaruga “caretta caretta”, morta subito dopo

venerdì 3 giugno 2016, 07:58   Attualità  

Letture: 2.353

tartarugaUna tartaruga marina “caretta caretta” è stata ritrovata nelle acque di Sant’Elia, ma presentava delle profonde ferite sulla testa e dopo qualche ora è morta. E’ accaduto ieri, quando un sub ha trovato l’animale che nuotava a fatica e visibilmente ferito. La tartaruga aveva un’età presunta di 10 anni, era di almeno 80 chilogrammi di peso  e 70 per 50 centimetri di dimensioni.
L’animale è stato caricato in un gommone e trasportata nel club nautico “Secca della Majorana” di Casteldaccia. I responsabili hanno cercato di prestare delle cure d’emergenza, e hanno chiamato la capitaneria di porto.
“Sono arrivati abbastanza presto -dice Giuseppe Girgenti del club nautico- Ma non era possibile trasportarla per le dimensioni. Così abbiamo aspettato il pomeriggio, ma nel frattempo abbiamo capito che le condizioni dell’animale peggioravano”.
Intorno alle 15,00 è arrivato il personale del WWF e anche dell’ufficio zoo profilattico di Palermo. Sono stati quest’ultimi a portare via la tartaruga che però era ormai in fin di vita.
Due anni fa un’altra tartaruga “caretta caretta” era stata avvista nel mare di Casteldaccia e in quel caso venne salvata.
Per quella ritrovata ieri non c’è stato nulla da fare.
E’ possibile che abbia riportato delle ferite causate dall’elica di qualche imbarcazione.
Le tartarughe marine “caretta caretta” sono abbastanza comuni nel mar Mediterraneo, anche se la specie è fortemente minacciata in tutto il bacino ed è ormai al limite dell’estinzione nelle acque territoriali italiane.
Sono animali che si sono adattati alla vita acquatica grazie alla forma allungata del corpo ricoperto da un robusto guscio ed alla presenza di “zampe” trasformate in pinne.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.