f Bagheria. Celebrati i funerali di Luca. Padre La Mendola "adesso è con gli angeli" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Celebrati i funerali di Luca. Padre La Mendola ”adesso è con gli angeli”

mercoledì 27 luglio 2016, 14:30   Attualità  

Letture: 14.023

funerali lucadi Martino Grasso

E’ arrivata sulle spalle di amici e parenti la piccola bara bianca con all’interno Luca, il bambino di 6 anni morto giovedì scorso per una crisi respiratoria.
Dopo l’autopsia effettuata presso l’istituto di medicina legale del Policlinico, la piccola salma è stata restituita alla famiglia per i funerali, che si sono svolti questa mattina alla chiesa Madre.
Fra le ghirlande spiccava quella bianca dell’asilo nido della scuola Bagnera frequentata da Luca.
All’ultimo saluto per il bambino c’era un intero quartiere, quello a ridosso della chiesa madre, dove viveva con i genitori e il fratellino più piccolo.
E la comunità bagherese ha aiutato anche concretamente la famiglia che non versa il condizioni economiche floride, facendosi carico del funerale. Anche la parrocchia, la Caritas e i commercianti hanno dato un contributo, mentre il Comune ha messo a disposizione  gratuitamente il loculo.
Le esequie sono state celebrate da padre Giovanni La Mendola, che con voce commossa ha sottolineato la difficoltà nel celebrare il funerale di un bambino così piccolo.
“Ogni bambino che se ne va è come una goccia d’oro che va via. La morte di Luca è assurda e inconcepibile -ha detto il parroco- parlare di morte ai bambini è difficile, per questo dobbiamo parlare di vita. Luca adesso è con gli angeli.
E dobbiamo dire con forza che non è stato chiamato dal Signore. Perché anche il Signore oggi piange con noi.”
Il parroco ha aggiunto: “la morte di un bambino tanto piccolo ci spiazza e ci scoraggia. E’ una perdita per l’intera comunità”.
Poirivolgendosi ai genitori ha detto che “la morte di un figlio per una mamma è una mezza morte anche per lei. Ma Luca vive nei cuori e nel ricordo”.
Sul fronte dell’indagine non sono stati resi ancora noti i risultati dell’autopsia effettuata l’altro ieri.
La famiglia si è rivolta ad un legale, l’avvocato Rosalia Tutino per conoscere la verità sulla morte del bambino.
E’ stata presentata una denuncia formala al commissariato di Polizia contro il ritardo dell’arrivo dei soccorsi e contro l’ospedale dei bambini dove era stato ricoverato dal 3 all’11 luglio per problemi respiratori.
Luca giovedì della settimana scorsa era con la mamma quando ha avuto una crisi.
Non riusciva a respirare. La mamma in preda alla disperazione era uscita fuori a chiedere aiuto. Intervennero due ambulanze ma a nulla servirono le pratiche di rianimazione. Il giovane cuore del piccolo si era fermato. Definitivamente. Gettando nello sconforto una famiglia che adesso chiede giustizia.

 

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.