f Bagheria. Rimessa in libertà la ragazza coinvolta nell'incidente di mercoledì | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Rimessa in libertà la ragazza coinvolta nell’incidente di mercoledì

venerdì 15 luglio 2016, 13:41   Cronaca  

Letture: 5.753

incidente-bagheria e avvocatoIl giudice per le indagini preliminari di Termini Imerese, Angela Lo Piparo, ha accolto l’istanza presentata dai difensori Giancarlo Sciortino e Dario Barbiera e ha rimesso in libertà Rosa Tantillo, la ragazza di 24 anni, di Aspra, finita agli arresti domiciliari a seguito dell’incidente di martedì notte, in cui perse la vita un pescatore di Villabate, Angelo Bonadonna.
Gli avvocati hanno sostenuto che non c’era pericolo di reiterare il reato. La ragazza ha l’obbligo di firma presso la polizia giudiziaria e la residenza nel territorio.
Intanto vanno avanti le indagini per accertare la dinamica esatta dell’accaduto.
Gli avvocati hanno sentito la ragazza nella sua abitazione ad Aspra. “Il cordoglio va alla famiglia della vittima -sottolinea l’avvocato Sciortino- la ragazza è affranta per quanto accaduto. Sono state dette però delle inesattezze. La ragazza  aveva bevuto ma non era certamente ubriaca.” Pare che Rosa Tantillo, quella notte, era stata ad una festa e si stava recando, a bordo della sua Smart, in un distributore di benzina lungo la strada statale 113, fra Bagheria e Ficarazzi, per fare rifornimento. E’ attualmente disoccupata e non proveniva quindi da nessun lavoro.
La giovane, secondo le nuove norme sull’omicidio stradale, rischia una pena che oscilla da 8 a 12 anni di reclusione.
L’incidente si è verificato intorno alle 3,30, lungo la strada statale 113, nei pressi dell’officina di soccorso stradale Sparacio, a pochi metri dallo svincolo per Bagheria.
A perdere la vita è stato Angelo Bonadonna, 69 anni, residente a Villabate. L’uomo, pescatore, viaggiava a di una motoape e stava raggiungendo il mercato ittico di Porticello, quando si è scontrato con la smart, guidata dalla ventiquattrenne.
Nel terribile impatto l’uomo è morto sul colpo, mentre la ragazza è rimasta ferita e condotta al Buccheri La Ferla, con una prognosi di 4 giorni.
La giovane dopo essere stata dimessa dall’ospedale è finita agli arresti domiciliari presso la sua abitazione, come previsto dal codice della strada. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Bagheria per i rilievi di rito. Ma le telecamere che si trovavano sul posto avrebbero accertato che la Smart aveva invaso la carreggiata provocando l’impatto. La salma di Bonadonna è stata condotta all’ufficio di medicina legale, dove lunedì sarà effettuato l’esame autoptico e dopo riconsegnata alla famiglia per i funerali. I mezzi sono stati sequestrati.

 

 

 

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.