f 28 comuni tornano a scaricare a Bellolampo. Bagheria dirottata a Lentini | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

28 comuni tornano a scaricare a Bellolampo. Bagheria dirottata a Lentini

martedì 5 luglio 2016, 08:18   Attualità  

Letture: 1.769

discarica bellolampoIl Dipartimento regionale dell’Acqua e dei Rifiuti ha emanato una disposizione che prevede il conferimento dei rifiuti a Bellolampo, a partire da domani, per 28 comuni. Sono: Altavilla Milicia, Altofonte, Balestrate, Bolognetta, Borgetto, Campofiorito, Camporeale, Capaci, Cinisi, Contessa Entellina, Corleone, Giardinello, Isola delle Femmine, Lercara Friddi, Marineo, Marsala, Misilmeri, Monreale, Montelepre, Palazzo Adriano, Piana degli Albanesi, Prizzi, San Cipirello, San Giuseppe Jato, Santa Cristina Gela, Terrasini, Torretta e Vicari.
La disposizione rimarrà in vigore fino al 31 luglio per Marsala e fino a nuova disposizione per gli altri comuni. Bagheria, Carini e Partinico continueranno a conferire presso l’impianto di Lentini. La scelta dei comuni si è basata secondo i criteri di vicinanza e percentuali di raccolta differenziata.
“Avremmo voluto far partire il conferimento a Bellolampo già dallo scorso primo luglio, ma la decisione della Rap e del Comune di Palermo di chiudere i cancelli dell’impianto, nonostante l’ordinanza regionale, ci ha costretti a far slittare il provvedimento di qualche giorno – spiega l’assessore regionale Vania Contrafatto – purtroppo la Rap non ha il personale e i mezzi necessari a far fronte anche ai rifiuti di altri comuni e ci ha chiesto qualche giorno di tempo per organizzarsi a ricevere 200 tonnellate di rifiuti in più al giorno.
Speriamo che nelle prossime settimane la discarica sia disponibile ad accogliere anche gli altri comuni, consentendo agli enti locali di ammortizzare i costi di trasporto. Questo però dimostra l’infondatezza di certe accuse che volevano la Regione interessata a inviare i rifiuti presso impianti privati anziché presso quelli pubblici: la verità è che sapevamo bene delle difficoltà di Bellolampo che speriamo possano essere superate in tempi brevissimi”.

Il Comune aveva detto che l’impianto Termo Stabilizzazione (Tmb) nuovo poteva accogliere 750 tonnellate al giorno. La Regione ne chiedeva 1500. Adesso si è arrivato ad un compromesso di  950 tonnellate.Le altre 550 tonnellate vanno a Lentini che si prepara a spedirle in Bulgaria.

“Per non cadere negli stessi errori del passato – commentano Dionisio Giordano segretario regionale Fit Cisl Ambiente e Daniela De Luca segretario Cisl Palermo Trapani – quando i comuni non pagavano incidendo abbondantemente sulle cause del fallimento dell’allora Amia , vigileremo come sindacato affinché i servizi resi da Rap nei confronti di terzi,  vengano incassati con certezza e regolarità dall’azienda”.

“Lo sforzo richiesto all’azienda e ai lavoratori, con un ulteriore turno per consentire il conferimento agli altri comuni a seguito delle ordinanze regionali -continuano – non può rilevarsi anche un boomerang dal punto di vista finanziario , ci auguriamo che questa volta non sia cosi e ci sia responsabilità da parte di tutti”.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.