f I comuni della provincia, compresa Bagheria, tornano a scarica a Bellolampo | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

I comuni della provincia, compresa Bagheria, tornano a scarica a Bellolampo

lunedì 11 luglio 2016, 19:21   Attualità  

Letture: 1.702

sindaci da crocettaDa venerdì tutti i comuni della Provincia di Palermo conferiranno i rifiuti alla discarica di Bellolampo.
L’ordinanza sarà firmata dal governatore della Sicilia Rosario Crocetta che lo ha preannunciato in una conferenza stampa tenutasi a Palazzo d’Orleans dopo l’incontro con i sindaci.
«Invito tutti a una sana collaborazione -ha detto Crocetta- ho appreso che la Rap ha cambiato posizione e questa mobilitazione dei sindaci ha contribuito. La soluzione unica per superare queste criticità è aumentare la differenziata»
«La discarica di Bellolampo è la discarica della città metropolitana che comprende tutta l’ex Provincia e i comuni con questa ordinanza conferiranno a Bellolampo per sempre – ha aggiunto Crocetta -. La Rap fino a ieri aveva qualche perplessità, ma abbiamo dimostrato che la tecnologia esiste».
Poi Crocetta spiegando il contenuto del provvedimento ha detto: «Sarà un’altra società, autorizzata dalla Regione, a gestire la tritomagnatura e la biostabilizzazione a Bellolampo, Rap invece concederà l’area (in cui sorgeranno gli impianti ndr) in comodato d’uso. In questo modo i rifiuti saranno sicuri.
La Sicilia in questo modo sarà in regola con la legge. L’ emergenza deve servire a superare quella gestione assurda e disastrosa che ha consentito che in discarica finisse di tutto. I miracoli non si possono fare».
A chi gli ha chiesto se l’emergenza si avvia a una fase conclusiva Crocetta ha risposto: «Il capitolo si avvia alla chiusura se tutti i comuni rispettano l’ordinanza. Entro la prossima settimana discuteremo anche il tema dei comuni dell’Agrigentino e di Marsala».
«La questione dei termovalorizzatori va discussa con i sindaci, ovviamente stiamo valutando altre tecnologie. Nel bando che predisporremo non indicheremo solo manifestazioni di interesse sulla termovalorizzazione ma anche su qualsiasi altra tecnologia
alternativa». L’ha detto ai cronisti il governatore della Sicilia Rosario Crocetta in conferenza stampa a Palazzo d’Orleans.
Questa mattina autocompattatori carichi di immondizia sotto Palazzo d’Orleans, sede della presidenza della Regione. È la protesta organizzata da alcuni sindaci esasperati per l’emergenza rifiuti in Sicilia. A promuoverla è stato il sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque (M5s). Gli amministratori comunali sono esasperati. E lamentano anche le condizione di allarme igienico sanitarie che i cumuli di spazzatura possono provocare.
«I cittadini devono sapere che la colpa della presenza dei cumuli di spazzatura nelle strade dei comuni siciliani non è dei sindaci. Ma della Regione che non ha saputo gestire per tempo questa che non è un’emergenza. La spazzatura viene prodotta e deve essere smaltita. I sindaci non hanno alcuna responsabilità in questo processo se le discariche sono chiuse»,
«Rifiutiamo Crocetta», c’era scritto sui mezzi della raccolta che in questi giorni sono stati lasciati fuori dalle discariche nonostante tanti chilometri percorsi. «I nostri autocompattatori sono stati lasciati nuovamente dietro ai cancelli della discarica di Catania, per questo abbiamo portato i rifiuti davanti a Palazzo d’Orleans. Crocetta si assuma le responsabilità – prosegue il sindaco – di una programmazione inesistente e di scelte improvvisate».

(gds.it)

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.