f A Misilmeri presentato il libro di Alessia Franco. Nostra intervista | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

A Misilmeri presentato il libro di Alessia Franco. Nostra intervista

sabato 20 agosto 2016, 14:17   Cultura  

Letture: 1.008

mislmeri llibridi Camillo Scaduto

Prosegue a Misilmeri la rassegna letteraria “Notturni d’autore”, organizzata dal club di lettura “Liberi-libri” con il patrocinio del Comune. L’appuntamento di ieri sera era dedicato a “Raccontami l’ultima favola”, ritratto intimo e, per questo, inedito di Boris Giuliano, tratteggiato da Alessia Franco, giornalista e scrittrice palermitana.
Hanno preso parte i giornalisti Antonella Folgheretti e Francesco Massaro.
Di seguito l’intervista che Alessia Franco ci ha rilasciato parlando del suo libro, uscito per i tipi di Mohicani edizioni.

Perché questa storia inedita su Boris Giuliano?
Debbo alla lunga amicizia che mi lega a Selima, figlia del capo della squadra mobile barbaramente ucciso dalla mafia nel 1979, l’idea di scrivere questo libro. Parlando con lei appresi, infatti, qualche anno fa che, malgrado gli innumerevoli e gravosi impegni, tornato a casa il dottor Giuliano non si sottraeva mai dal rituale racconto di una favola. Il fatto interessante – ed è soprattutto questo che ho voluto sottolineare nel mio libro – è che, pur basandosi sul testo conosciuto dai più, il Giuliano narratore preferiva cambiare spesso il finale, dando così modo alla figlia che lo ascoltava di ampliare a dismisura i possibili scenari di una storia già ben nota.

Un’operazione affascinante ed al tempo stesso dall’alto valore educativo per la mente di un bimbo, ma anche un modo di dire che non sempre è utile dare le cose per scontate
Proprio così. Questa tecnica, che va ben aldilà del racconto, richiede una creatività ed una disponibilità non comuni, che Boris Giuliano evidentemente aveva ed utilizzava, per far sì che un testo base, di solito contenente una storia trita e ritrita (chi di noi non conosce il celebre finale di Cappuccetto rosso?) potesse dare il la a sviluppi a dir poco sorprendenti, con le parole che, in un mondo fantastico e da tutti ritenuto “leggero”, diventano straordinario materiale di crescita.

Dunque, per i tuoi lettori un aspetto inedito, ma non per questo meno interessante, del fedele servitore dello Stato.
Sì. Dico subito che il libro non è propriamente un libro sulla mafia perché io sono una narratrice e non una studiosa o esperta di mafia. Ma, come molti sanno, sono anche (e direi soprattutto) una giornalista e so che quando si parla di Boris Giuliano non si può prescindere dal contesto nel quale operava. Contesto che ho dovuto, ovviamente, studiare per non rischiare di dare un’immagine parziale e, come tale, non corretta di questo grande uomo, al quale questa città deve davvero tanto. Come è noto, infatti, molte delle sue intuizioni e delle sue indagini hanno consentito, già nella seconda parte degli anni settanta, di gettare le basi di una nuova e più efficace attività di contrasto al fenomeno mafioso. Ed è sempre giusto e doveroso ricordarlo.

La rassegna letteraria “Notturni d’autore” prosegue con la presentazione di “Un paese al bivio” di Santo Lombino. L’appuntamento è per giovedì 25 agosto alle 20,45 in Piazza Comitato a Misilmeri.

In programma, anche gli incontri con Ester Rizzo (“Camicette bianche, Oltre l’otto marzo”, 2 settembre), Bellavia, Iacono e Lo Bue (“La bellezza dell’acqua”, 6 settembre), Salvo Toscano (“Falsa testimonianza”, 9 settembre) e, in chiusura, Santo Piazzese, che il 10 settembre, al tramonto, costruirà in un dialogo con il pubblico, paradigmi e storie all’interno del castello chiaramontano.

“Notturni d’autore”, ci ricorda la curatrice Antonella Folgheretti, è una manifestazione attenta ai luoghi, rispettosa della loro storia e amante delle esperienze che si fanno con la lentezza necessaria. Per questo chi vorrà potrà, anche nei prossimi appuntamenti, seguire gli organizzatori nella passeggiata che ad ogni incontro faranno da Piazza Comitato alle ore 20,45, muovendosi a piedi verso la parte più antica del centro storico di Misilmeri. “Notturni d’autore” promuove anche l’iniziativa “Libro in dono”, che prevede l’arricchimento della locale biblioteca attraverso donazioni librarie da parte del pubblico. L’obiettivo è quello di lasciare un segno nella comunità.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.