f Bagheria. Disabile senza assistenza denuncia il Comune. L'assessore Puleo: "sarà aiutato" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Disabile senza assistenza denuncia il Comune. L’assessore Puleo: “sarà aiutato”

martedì 16 agosto 2016, 15:50   Attualità  

Letture: 13.627

rosario martino 6di Martino Grasso

Da giovane ha girato l’Italia facendo il presentatore e l’animsatore di spettacoli di magia. Adesso vive da indigente. E’ disabile al cento per cento, con legge 104, e chiede da tempo l’assistenza domiciliare che tarda ad arrivare. Si è anche rivolto ad un legale per fare valere i suoi diritti.
Protagonista di questa storia Rosario Martino, 57 anni, vive a Bagheria con la moglie, anche lei disabile.
“Il comune di Bagheria, nonostante la telefonata del chirurgo vascolare dell’Asp 6 di Bagheria, che ha appunto sollecitato anche abbastanza energicamente l’assistenza domiciliare, che stanno omettendo di darmi, quando questa anche se il comune è in dissesto non può essere negata.”Ho le gambe come le zampe di un elefante appunto per problemi vascolari, e per evitare i trombi, l’unico rimedio è mettere la mattina prima di
poggiare il piede le fasce di compressione, cosa che ne io ne la mia compagna possiamo ovviamente fare primo perché entrambi disabili, secondo perché una mia  gamba pesa almeno 60 chilogrammi ed una donna piccolina come è lei, anche se non fosse malata, non lo potrebbe fare.”
Il signor Martino aggiunge di essersi anche rivolto ai carabinieri perché proprio oggi la sua situazione di salute si è aggravata ulteriormente soprattutto alle gambe con l’insorgenza di acune ulcere.
L’uomo lamenta anche la difficoltà a conferire i rifiuti sostenendo che dopo l’inizio del servizio di raccolta differenziata l’isola ecologica più vicina è a 800 metri e non può conferire la spazzatura.
“Ho chiesto di essere aiutato visto che hanno fatto un servizio di porta a porta in una parte del paese, ma non ho ricevuto risposte adeguate. Sono in pericolo di salute, perchè rischio qualche trombo, che se va al cuore è infarto, se va al cervello è ictus.”

Al signor Martino ha risposto l’assessore comunale alle politiche sociali Maria Puleo.
“Ho saputo da poco della situazione del signor Martino -dice- cercheremo di trovare una soluzione al suo caso. Ho saputo che la moglie ha avuto un aiuto economico visto che è stata inserita nei progetti Pai per 4 mesi. Attiveremo comunque il servizio di assistenza sociale.
Presto partirà il servizio di assistenza domiciliare integrato e vediamo cosa possiamo fare per aiutare il signor Martino”.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.