f Bagheria. Il Comune ha avuto 11 milioni di euro di finanziamenti dall'Ue | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Il Comune ha avuto 11 milioni di euro di finanziamenti dall’Ue

giovedì 4 agosto 2016, 21:28   Attualità  

Letture: 1.932

tomaselloIl Comune di Bagheria, quale comune definito “cintura” rispetto all’approccio territoriale della programmazione 2014-2020, nell’ambito delle risorse previste per l’Agenda Urbana del PO FESR, beneficerà di finanziamenti comunitari per un importo di oltre 11 milioni di euro.  A darne notizia l’Assessore alla programmazione Alessandro Tomasello.
Si tratta di fondi europei e in parte nazionali per l’Agenda Urbana 2014-2020, secondo cui nel territorio siciliano sono stati individuati i territori comunali maggiormente urbanizzati (18 città ammissibili), e sui quali sono veicolati una certa parte di fondi in base alle specifiche esigenze dei territori.
Bagheria, risulta città eleggibile della classe cintura in quanto città con popolazione superiore a 50.000 abitanti e, pertanto, è aggregata alla città di Palermo.
In particolare Bagheria, quale quota territorializzata, avrà una dotazione finanziaria di 11.534,423 euro.
Intanto, proseguono la interlocuzioni preparatorie con il dipartimento regionale della Programmazione e il Comune di Palermo quale autorità urbana – annuncia l’assessore Tomasello – “è previsto, infatti,  un incontro presso il dipartimento regionale, che si aggiunge alle precedenti interlocuzioni, al fine di predisporre una progettazione condivisa”.
Sono 6 i potenziali Obiettivi Tematici (OT) su cui implementare la progettualità e impiegare le risorse: agenda digitale, promozione della competitività delle PMI e del settore primario, energia sostenibile e qualità della vita, cambiamento climatico e prevenzione dei rischi, tutela dell’ambiente e uso efficiente delle risorse e inclusione sociale.
“Un’altra occasione per la nostra città da cogliere al volo – sottolinea il Sindaco, Patrizio Cinque, – gli uffici programmazione e dei Lavori Pubblici sono già a lavoro, ringrazio i tecnici e il responsabile apicale della direzione VIII il geometra Onofrio Lisuzzo. Attraverso l’attuale programmazione, l’UE ha ulteriormente focalizzato l’attenzione verso la strategia per la coesione territoriale, e con il PO FESR si assume l’approccio integrato riguardo una delle due direttrici dell’Accordo di Partenariato (AdP), cioè le aree urbane, individuando, tra i sistemi territoriali ammissibili, le città Polo e/o con popolazione superiore a 50.000 abitanti.”
Infatti, secondo la previsione dell’art.36 del Reg.(UE) 1303/2013, le azioni saranno attuate tramite lo strumento dell’Investimento Territoriale Integrato (ITI), ritenuto più flessibile rispetto a quello dell’Asse territoriale. L’approccio integrato è intrinsecamente multidimensionale, e quindi inevitabilmente articolato, ma, contestualmente, comporta scelte di concentrazione territoriale/organizzativa, operativa e finanziaria.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.