f Alongi (Ncd): "la Picciurro ha evidentemente rotto troppe uova nel paniere" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Alongi (Ncd): “la Picciurro ha evidentemente rotto troppe uova nel paniere”

mercoledì 19 ottobre 2016, 07:37   Politica  

Letture: 1.170

alongiSulla vicenda della sospensione della dirigente Laura picciurro, intrviene anche l’onorevole regionale di NCD Pietro Alongi.
Secondo Alongi la dottoressa Picciurro sarebbe stata s”ospesa a varie riprese per un totale di 15 mesi e 10 giorniperfino in contrapposizione al parere del comitato dei garanti del Municipio di Bagheria, amministrato dal sindaco grillino Patrizio Cinque”.
“La Picciurro -scrive Alongi- ha evidentemente rotto troppe uova nel paniere e ogni, assurdo, provvedimento disciplinare nei suoi confronti è sempre stato preso dopo ciascuna sua iniziativa legittima, quale per esempio quando nel dicembre 2014 espresse le sue perplessità ufficiali sulla allora costituenda Geco SpA, considerato che l’atto era in controtendenza con la legislazione vigente o quando a metà 2015 inviava due note alla Tech, che aveva avuto affidato con procedura diretta il servizio rifiuti per oltre 3milioni. Alla società, in particolare aveva semplicemente richiesto l’elenco dei lavoratori assunti e i relativi contratti. Nessuna risposta! Forse la Tech aveva da nascondere l’assunzione di soggetti che, per vari gradi di parentela, siano legati ad esponenti mafiosi?”
Alongi, ha annunciato che interverrà anche presso l’Ars su questa vicenda chiedendo anche al Prefetto di inviare alcuni ispettori che facciano chiarezza presso il Comune di Bagheria su “questo grave accanimento che valica forse anche i confini del mobbing nei confronti di una funzionaria integerrima e che fa semplicemente il proprio lavoro”.
“Mi preoccupa – continua – che questa ridda di sospensioni abbia anche a che fare con una nota del gennaio 2015 che la Picciurro indirizzò al sindaco pentastellato e al segretario comunale nella sua qualità di responsabile dell’anticorruzione, sull’inopportunità di mantenere a capo dell’ufficio tecnico del Comune il geometra Lisuzzo, indagato per concussione”. “Saremmo curiosi di sapere – conclude Alongi – se Lisuzzo sia stato, per questo, rinviato a giudizio e se, in questo caso, il Municipio di Bagheria si sia costituito parte civile, che è atto dovuto”.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.