f Bagheria. L'ultimo saluto al professore Natale Tedesco a villa Palagonia fra amici e colleghi | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. L’ultimo saluto al professore Natale Tedesco a villa Palagonia fra amici e colleghi

venerdì 14 ottobre 2016, 18:49   Cronaca  

Letture: 4.308

funerali-tedescodi Martino Grasso

L’ultimo saluto al professore Natale Tedesco, morto giovedì notte, è avvenuto a villa Palagonia, dove ha vissuto per molti anni. Prima del rito funebre officiato da padre Salvatore Lo Bue, amici, parenti e colleghi universitari hanno reso onore al feretro disposto nel salone degli specchi.
Fra i tanti presenti c’erano il rettore dell’Università di Palermo Fabrizio Micari, il direttore del teatro Biondo di Palermo Roberto Alajmo, l’assessore alla cultura del comune di Palermo Giusto Catania e anche molti amici bagheresi, fra cui il professore Franco Lo Piparo, Carlo Puleo, Maurizio Padovano e tanti altri. E c’erano anche molti ex studenti universitari del professore.
La casa editrice Feltrinelli ha inviato dei fiori, mentre ad alcuni amici è toccato il compito di ricordarlo.
E’ stato sottolineato soprattutto il valore e l’impegno civile del professore che per anni ha insegnato all’Università di Palermo.
Dagli interventi è venuto fuori il suo lato umano e qualcuno ha puntato l’attenzione per il senso dell’amicizia che aveva e la sua statura umana.
Il professore Lo Piparo ne ha tracciato un ritratto familiare: “lo chiamavamo Natalazzo, ma in senso affettuoso. Era un narciso che ascoltava gli altri”.
Momenti toccanti quando hanno preso la parola le figlie Laura e Anna con ricordi familiari.
La moglie Mimì ha letto una delle ultime poesie scritte dal professore che inneggiava alla luna a cui Natale Tedesco spesso si ispirava.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.