f Bagheria. "Noi Cittadini" chiede la costituzione di un coordinamento di polizia ambientale | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. “Noi Cittadini” chiede la costituzione di un coordinamento di polizia ambientale

venerdì 7 ottobre 2016, 14:15   Attualità  

Letture: 1.615

rifiuti-davanti-villa-palagoniadi Martino Grasso

Il gruppo civico “Noi Cittadini” di Bagheria ha individuato una soluione per migliorare il  servizio di raccolta rifiuti a Bagheria. Lo fa con una nota inviata anche al Prefetto di Palermo, al Presidente della Camera dei Deputati, al  Ministro dell’Ambiente, al  Ministro della Sanità e al Presidente della Regione Siciliana. L’idea è quella di creare un coordinamento di polizia ambientale.
Nella nota si sottolinea che a seguito del cattivo funzionamento del servizio “la qualità della vita a Bagheria  è peggiorata non solo riguardo al decoro del paese, ma anche riguardo alla tutela della “salute pubblica. Al momento, non appare nemmeno chiara la normativa  che individua chi abbia la potestà sanzionatoria nei confronti degli attuali operatori ecologici (presumibilmente personale distaccato dal Coinres, riguardo al  quale non appare chiaro, allo stesso modo, se si è ancora ‘dentro’  o se si è usciti!!), addetti quanto meno alla fase di raccolta (basilare per tutta la gestione dei rifiuti). Finora qualunque suggerimento  riguardante la pianificazione del servizio ha avuto come risultato un silenzio “assordante” da parte dei Responsabili Locali. Alla luce dell’esperienza negativa registrata e facendo riferimento anche a quanto precisato dalla Corte di Cassazione in merito alle competenze sui reati Ambientali di tutta la Polizia Giudiziaria, promuoviamo un “coordinamento tra i vari soggetti”, come previsto in merito alle funzioni di Polizia ambientale, dal sito Camera dei Deputati.”Il gruppo civico riporta la nota in cui si sottolinea che “i compiti di polizia ambientale non sono assegnati ad un corpo specifico, bensì attribuiti a tutti coloro che svolgono funzioni di polizia giudiziaria  ed a coloro che svolgono compiti amministrativi di vigilanza e controllo. In particolare, la Corte di Cassazione ha precisato, ad esempio, che «in tema di tutela delle acque dall’inquinamento, l’attività di accertamento rientra nella competenza generale di tutta la P.G. senza distinzioni selettive, anche se in concreto esistono specializzazioni, inclusi tutti i soggetti che svolgono compiti amministrativi di vigilanza e controllo”.

Viene riportato anche l’articolo 57 del codice di procedura penale che attribuisce la qualifica di agente e di ufficiale di P.G. a soggetti specificamente individuati, quali, tra l’altro, gli appartenenti a Polizia di Stato, Arma dei carabinieri, Guardia di finanza, Corpo di polizia penitenziaria, Corpo forestale dello Stato, polizia municipale e provinciale, nonché il sindaco dei comuni ove non abbia sede un ufficio della Polizia di Stato ovvero un comando dell’Arma dei carabinieri e della Guardia di finanza.

Si sottolinea che lo stesso articolo attribuisce tale qualifica anche a coloro ai quali tale qualifica viene attribuita da leggi o regolamenti, nei limiti del servizio cui sono destinate e secondo le rispettive attribuzioni.

Il gruppo in conclusione chiede di conoscere: se  risulta attivo eventuale coordinamento tra i soggetti competenti presenti in Bagheria per ottimizzare tale servizio, quale sia il programma ormai non più differibile per fare fronte a questo gravissimo problema,  nell’interesse generale  della  cittadinanza.

Nel caso non vi fosse al momento nessun coordinamento.
Chiede alle Autorità inoltre di conoscere: se qualcuna di queste Autorità in indirizzo intende farsi parte attiva al fine dell’ individuazione di chi debba promuovere tale  coordinamento, se chi deve promuovere tale coordinamento è già stato individuato e si è già attivato o si attiverà, nell’immediato,  per portare a buon fine tale compito e se, in mancanza, sono state  avviate adeguate sollecitazioni a riguardo.”

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.