f Bagheria. Il Pd sul Prg: "è vigente dal 22 giugno ma l'amministrazione non ne parla" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Il Pd sul Prg: “è vigente dal 22 giugno ma l’amministrazione non ne parla”

domenica 13 novembre 2016, 14:03   Attualità  

Letture: 1.121

pd-sul-prgdi Martino Grasso

Il piano regolatore generale di Bagheria è vigente dal 22 giugno scorso anche se l’amministrazione comunale non ne parla.
A sostenerlo è stato Orazio Amenta, segretario cittadino del partito democratico, nel corso del convegno svoltosi a villa Cutò sul Prg al quale hanno preso parte fra gli altri anche Carmelo Miceli, segretario provinciale, l’onorevole Franco Ribaudo ed esponenti locali. C’erano anche due ex sindaci: Pino Fricano e Biagio Sciortino.
“Il Prg è uno strumento principale per lo sviluppo e il lavoro. A Bagheria arriveranno fondi europei e bisogna avere le carte in regola.  Il Prg consente di dare lavoro e risposte alla città. Il piano regolatore generale vigente si muove sul solco di quello approvato dall’Università fino al 2010.
Questo piano è stato approvato nel 2013 e a redigerlo sono stati i tecnici comunali.
Prevede uno svincolo in contrada San Lorenzo e il potenziamento di quello esistente. Il Prg punta anche sullo sviluppo turistico di Bagheria. Ma vanno aumentati i posti letti che attualmente sono appena 70. Il Prg prevede la realizzazione di un albergo ad Aspra. Inoltre si deve puntare sul porto, previsto nello strumento urbanistico, ma si deve puntare alla riqualificazione ambientale compreso il depuratore che funziona male. E poi c’è l’area artigianale che dovrebbe sorgere in contrada “Quattro Finaite”.
Ma il Prg è innovativo perché rivaluta i diritti di edificazione di tutti i cittadini non soltanto quelli che possono costruire ma anche quelli che hanno le terre in zona F, grazie ai criteri meglio conosciuti come compensazione e perequazione urbanistica.
L’istituto della perequazione urbanistica ha come finalità la limitazione delle sperequazioni che si creano tra proprietà diverse nel momento pianificatorio che attribuisce destinazioni urbanistiche ai suoli.
La perequazione urbanistica (e la compensazione urbanistica che ne è in un certo senso una variante applicativa) cerca di ridistribuire i vantaggi edificatori anche su chi si trova direttamente gravato da una destinazione o vincolo pubblico.”
Amenta ha concluso sottolineando che il prg può dare lavoro per i prossimi 20 anni: “i soldi ci sono, mancano i progetti”.
Il consigliere comunale Mimmo Di Stefano ha ricordato l’iter approvativo del prg in consiglio comunale.
Daniele Vella della segreteria provinciale del Pd ha puntato l’indice contro l’attuale amministrazione dicendo che si sono fatte scelte incerte e discutibili aggiungendo che 6 anni fa l’amministrazione dell’epoca aveva affidato l’incarico del Prg ai dipendenti comunali, mentre adesso questa fiducia manca e ha ricordato la sospensione dell’ingegnere Aiello definendola “un atto grave. Frutto di poca competenza e arroga ganza. L’amministrazione comunale attuale non progetta e lascerà macerie”.
E’ intervenuto successivamente Andrea Sciortino presidente facente funzione di Aspra, che ha ricordato la vicenda di via Vasco De Gama cin cui si rischia la demolizione di 9 case.
L’ex sindaco Biagio Sciortino si è detto preoccupato per alcune scelte dell’attuale amministrazione.
Si sono poi registrati altri interventi di cittadini e tecnici dal pubblico.

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.