f Bagheria. In appello chieste pene più severe per alcuni condannati nell'operazione Argo | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. In appello chieste pene più severe per alcuni condannati nell’operazione Argo

venerdì 4 novembre 2016, 13:19   Cronaca  

Letture: 2.889

SONY DSC

SONY DSC

Pene più severe nell’ambito dell’operazione Argo, in cui erano finiti alla sbarra appartenenti alla mafia di Bagheria. Inoltre per persone coinvolte due che erano stati assolti nel processo di primo grado, il procuratore generale Ettore Costanzo su richiesta dei pm Francesco Mazzocco e Caterina Malagoli ne ha chiesto la condanna.Si tratta di Michele Cirrincione e Vincenzo Gagliano per i quali è stata chiesta una pena di 6 anni e 6 mesi.
Complessivamente erano state inflitte pene per 160 anni. Gli imputati condannati erano stati 24.
e accuse erano associazione mafiosa, estorsione aggravata, rapina di armi e traffico di droga. I reati contestati sono stati compiuti a Bagheria ma anche ad Altavilla Milicia e Villabate. Sono stati contestati reati che vanno dal traffico di droga a rapporti con i clan italo-canadesi.
In appello il Pg ha chiesto di aumentare le pene per alcuni imputati.
Per Silvestre Girgenti, condannato a 10 anni, viene chiesto un aumento di 4 anni, per Francesco Centineo altri 3 anni più i 10 e 6 mesi, a Salvatore Lauricella sono stati chiesti altri 4 anni ai 14 già decisi, a Pietro Liga altri 4 più i 10 e 6 mesi e per Driss Mozdahr 3 anni oltre i 12 già inflitti.
Per il resto il pg ha chiesto la conferma delle condanne.
Chiesta la conferma per Giacinto Scianna (12 anni), Antonino Zarcone (2 anni e 6 mesi), Vincenzo Gennaro (3 anni), Rosario la Mantia (14 anni e 6 mesi), Francesco Lombardo (14 anni), Vincenzo Graniti (10 anni) e Salvatore Bruno (8 anni e 7 mesi).
Per il collaboratore Sergio Flamia la condanna richiesa è di 5 anni r 8 mesi, per l’altro collaboratore Giuseppe Carbone 4 anni.
L’inchiesta Argo era stata condotta dai carabinieri nel 2013 e aveva disarticolato la famiglia mafiosa di Bagheria.

 

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.