f Bagheria. Maurizio Lo Galbo: "la relazione annuale del sindaco è fantasiosa" | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria. Maurizio Lo Galbo: “la relazione annuale del sindaco è fantasiosa”

domenica 6 novembre 2016, 10:14   Politica  

Letture: 1.496

lo-galbo-nuovaIl consigliere comunale Maurizio lo Galbo interviene sull’ultimo consiglio comunale in cui il sindaco Patrizio Cinque ha letto la prima relazione annuale.
Critico il giudizio sul documento considerandolo fantasioso.
“Dopo quasi tre anni dal suo insediamento il sindaco Patrizio Cinque, in spregio peraltro alla tempistica dettatata dalla l.r. n.7 del 26 agosto 1992, così come modificata dalla l.r. 17/2004 ci ha presentato una prima relazione annuale a dir poco fantasiosa. L’elemento più singolare è rappresentato dal fatto che la suddetta relazione non può trovare riscontro alcuno, visto che l’ente risulta sprovvisto dei bilanci di rendiconto 2013, 2014 e previsionale 2015. Il documento è completamente privo di riferimenti a delibere o ordinanze che possano fondare la concretezza del testo. Inoltre c’è un costante e ossesivo riferimento al passato, senza invece entrare nel merito del proprio operato e della programmazione da attuare in futuro.”
Lo Galbo aggiunge che il sindaco Cinque, omette tutti i fatti di particolare rilievo.
“Fra questi il richiamo scritto da parte dei revisori dei conti il 23 settembre 2015 in merito alla delibera “farlocca” sul “recesso del Coinres” avvisandolo del potenziale danno erariale che sarebbe potuto scaturire; la prescrizione da parte del collegio di economizzare le spese dei continui incarichi ad avvocati esterni, prediligendo la già esistente convenzione con il centro Pio La Torre che svolge tale servizio legale gratuitamente;il mancato servizio ad alcuni minori diversamente abili dell’assistenza specialistica, che solo a seguito di una sentenza del tribunale di T.Imerese hanno ottenuto riconoscimento del loro diritto. Senza contare che, sul risparmio dei costi della politica, l’amministrazione pentastellata ha bocciato sonoramente le proposte di rinuncia del 50% e/o del 100% dell’indennità. L’amministrazione Cinque sulla questione trasparenza non ha mantenuto nulla di ciò che era scritto nel programma elettorale, dello streaming nelle commissioni consiliari ancora dopo due anni nessuna traccia, le periodiche assemblee cittadine, per informare la città non vengo più fatte, le riprese dei consigli comunali vengono effettuate grazie all’auto tassazione della minoranza, senza contare che sussiste pure un serio problema di informazione mistificata da parte di questa compagine politica pentastellata. Il sindaco non ha nemmeno riferito la continua alternanza di ben 6 assessori in questi anni, a prova della instabilità politica-amministrativa che abbiamo vissuto. Dell’incompletezza di tale relazione e della sua insusistenza, potremmo scrivere pagine e pagine, proprio per questo ci riserviamo di predisporre una contro relazione annuale, con delibere e ordinanze di riferimento che smentiscano punto per punto il documento “fantasioso” del sindaco Cinque. Siamo profondamente delusi di questa relazione annuale, non solo perché vengono omesse tantissime vicende cardine, ma anche per la motivazione di voler a tutti i costi alterare la drammatica realtà in cui ci troviamo. Ricordiamo a questa amministrazione che il trionfo delle demagogia è momentaneo, ma le rovine sono eterne, per questo motivo invitiamo il sindaco Patrizio Cinque e alla sua giunta pentastellata ad una seria riflessione e ad invertire finché sono in tempo, questo anomalo “modus operandi”.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.