f Aspra. Presentato il libro "quando l'amore diventa follia" di Stefania Lo Piparo | LaVoceDiBagheria.it

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria | LaVoceDiBagheria.it
Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Bagheria ha la Sua Voce. La Voce Di Bagheria. Portale di news ed informazione della Città di Bagheria

Aspra. Presentato il libro “quando l’amore diventa follia” di Stefania Lo Piparo

sabato 10 dicembre 2016, 09:15   Cultura  

Letture: 2.905

presentazoione-libro-lo-piparodi Martino Grasso

In una sala gremita all’inverosimile, del consiglio circoscrizionale di Aspra, è stato presentato il libro “quando l’amore diventa follia” scritto da Stefania Lo Piparo.
Il volume racconta la drammatica storia che ha visto protagonista l’autrice che ha subìto numerose vessazione da parte del marito che morì nel 2007 mentre era andato ad Aspra, dalla moglie che viveva con i genitori.
Stefania Lo Piparo venne prima condannata a 16 anni e poi prosciolta definitivamente.
I proventi della vendita del volume saranno devoluti in beneficenza all’associazione “Doppia difesa”.
A presentare il libro c’erano Alessandra Iannì dell’associazione culturale Prospettiva Futura e il sindaco di Bagheria Patrizio Cinque. Ha coordinato l’editore Armando Siciliano.
“Sono contento di vedere tante donne oggi -ha sottolineato il sindaco- l’argomento è molto particolare e ci tenevo ad essere qui. Sono qui soprattutto per ascoltare e devo ringraziare Stefania per il contributo che sta dando con questo volume”.
Alessandra Iannì ha aggiunto che la lega un rapporto di amicizia profonda con Stefania Lo Piparo e che ha seguito passo passo l’intera vicenda.
“Dietro le violenze sulle donne -ha detto- c’è spesso la fragilità dell’uomo. Ma io non voglio una società in cui a decidere sia solo la donna. Sarebbe sbagliato. E’ importante comunque parlare di violenza.”

L’autrice, visibilmente emozionata, ha raccontato che sapeva che la verità sarebbe venuta fuori.
“Devo ringraziare alcune persone.  Mi ha aiutato soprattutto la fede. Io ho amato mio marito, ma avevo la sindrome della crocerossina e ho cercato di aiutarlo, malgrado le violenze che subivo. Io non volevo che mio marito morisse, volevo che pagasse e finisse in galera. Adesso è diventato quasi un martire”.

 

 
 
© Riproduzione riservata

 

 

 

 

Commenta l'articolo

Commentando questo articolo accetti le nostre regole e le nostre condizioni.